TASTING NOTES

Aberfeldy(6)

Aberlour(14)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(3)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Annandale(1)

Ardbeg(59)

Ardmore(18)

Ardnamurchan(4)

Arran(25)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(16)

Balmenach(1)

Balvenie(23)

Banff(2)

Ben Nevis(22)

Benriach(18)

Benrinnes(22)

Benromach(17)

Bladnoch(7)

Blair Athol(15)

Bowmore(56)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(36)

Bunnahabhain(42)

Caol Ila(72)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clydeside(1)

Clynelish(61)

Cragganmore(4)

Craigellachie(7)

Daftmill(7)

Dailuaine(13)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(5)

Dufftown(5)

Edradour(4)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(15)

Glen Elgin(10)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(22)

Glen Keith(14)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(4)

Glenallachie(20)

Glenburgie(8)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(27)

Glendullan(5)

Glenesk(2)

Glenfarclas(23)

Glenfiddich(17)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(14)

Glenkinchie(2)

Glenlivet(19)

Glenlochy(1)

Glenlossie(12)

Glenmorangie(17)

Glenrothes(19)

Glentauchers(11)

Glenturret(10)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(8)

Highland Park(44)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Harris(1)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(32)

Kilkerran(13)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(30)

Lagg(3)

Laphroaig(54)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(19)

Littlemill(13)

Loch Lomond(8)

Lochlea(2)

Lochside(1)

Longmorn(23)

Longrow(12)

Macallan(42)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(29)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(11)

Octomore(10)

Old Pulteney(6)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(20)

Roseisle(1)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(10)

Speyburn(2)

Speyside(11)

Springbank(51)

St. Magdalene(5)

Strathisla(4)

Strathmill(5)

Talisker(27)

Tamdhu(7)

Tamnavulin(3)

Teaninich(7)

Tobermory(12)

Tomatin(17)

Tomintoul(13)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(4)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (69)

Highland Park 21 yo (2022, OB, 46%)

Il Parco delle Terre alte potrebbe serenamente essere un lotto del Monopoli: possedimenti viola, accanto al Parco della Vittoria. Invece no, è soltanto una delle due distillerie delle isole Orcadi, nonché una delle più amate di Scozia. Un po’ perché è splendida, situata alle porte di Kirkwall in un edificio scuro vecchio stile, un po’ perché il distillato è storicamente eccellente e complesso.
Ecco, se c’è da fare un appunto agli amici nordici è che il core range recentemente si è un po’ indebolito dal punto di vista del carattere, ma non del prezzo. E il moltiplicarsi di imbottigliamenti dai nomi vichinghi non troppo riconoscibili l’uno dall’altro non ha aiutato. Ad ogni modo, oggi – grazie ai ragazzi di Velier che ci hanno allungato qualche campione all’ultimo Milano Whisky Festival – mettiamo le nostre fauci fameliche sul 21 anni, che del core range rappresenta una delle espressioni più raffinate e discontinue. Per qualche anno infatti gli stock di HP non hanno consentito il rilascio continuativo del 21 anni, che è tornato solo dal 2019, a 46% invece dei 47,5 tradizionali. La release che assaggiamo, quella del 2022, è composta da 6 barili di rovere europeo first fill Sherry seasoned, 4 barili di rovere americano first fill Sherry seasoned e 5 refill cask, secondo i dettami del master Whisky Maker Gordon Motion. Si beva, il colore è ambra, con sfumature aranciate.

N: un elegante sentore di polline e agrumi ci accoglie. Il miele di erica che così spesso si sente negli Highland Park è qui con noi, mescolato a guizzi minerali (aria di mare). C’è una dimensione dolce e vellutata, quasi ossidata, che ricorda il Sauternes, o i vini passiti. Prugne gialle, panettone con canditi di frutta esotica: mango e papaya. Col tempo la parte di pasticceria cresce, con crema all’uovo, Cointreau, vaniglia. Emerge anche del toffee, del caramello salato. Ma tutto è più sul versante etereo e fresco che su quello sticky. Accenni di curry e zenzero qui e là.

P: l’attacco è deboluccio, un filo acquoso purtroppo. Ma dopo un istante si innesca una bella danza di sensazioni attorno a un minimo comune denominatore di frutta secca: cioccolato bianco, nocciole, torrone, arachidi… Il mouthfeel è oleoso, avvolgente. La parte agrumata qui è più sui toni dell’arancia, soprattutto la buccia. Screziature minerali che somigliano a un ricordo lontano di torba. Il legno è discreto, ma ovviamente dopo 21 anni si sente. Ancora polline, un filo di cera e ancora spezie orientali.

F: ecco un filo di fumo di candela, che spunta fra la ganache di cioccolato bianco, l’arancia e le nocciole tostate.

Abbiamo visto che in Rete i giudizi non sono molto lusinghieri. Noi dissentiamo. Un Highland Park elegante, ovviamente non un campione dei pesi massimi, ma sul serio chiediamo a un 21 anni a 46% di essere un prodigio di intensità? No, noi gli chiediamo di rispettare l’anima minerale di Highland Park e di accarezzarci il palato per qualche minuto. E qui la missione è compiuta, anche perché lo sherry è molto delicato. Poi, non entrerà nel Valhalla, siamo d’accordo. Ma un 89/100 non glielo leva nessuno. Così come nessuno ci leva dalla testa il prezzo che ormai ha raggiunto…

Sottofondo musicale consigliato: Nick Drake – Northern sky

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

Questo errore è visibile solamente agli amministratori WordPress

Errore: Nessun feed trovato.

Vai alla pagina delle impostazioni del feed di Instagram per creare un feed.

FACEBOOK

English Translation in progress