TASTING NOTES

Aberfeldy(6)

Aberlour(14)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(3)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Annandale(1)

Ardbeg(59)

Ardmore(18)

Ardnamurchan(4)

Arran(25)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(16)

Balmenach(1)

Balvenie(23)

Banff(2)

Ben Nevis(22)

Benriach(18)

Benrinnes(22)

Benromach(17)

Bladnoch(7)

Blair Athol(15)

Bowmore(56)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(36)

Bunnahabhain(42)

Caol Ila(72)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clydeside(1)

Clynelish(61)

Cragganmore(4)

Craigellachie(7)

Daftmill(7)

Dailuaine(13)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(5)

Dufftown(5)

Edradour(4)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(15)

Glen Elgin(10)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(22)

Glen Keith(14)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(4)

Glenallachie(20)

Glenburgie(8)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(27)

Glendullan(5)

Glenesk(2)

Glenfarclas(23)

Glenfiddich(17)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(14)

Glenkinchie(2)

Glenlivet(19)

Glenlochy(1)

Glenlossie(12)

Glenmorangie(17)

Glenrothes(19)

Glentauchers(11)

Glenturret(10)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(8)

Highland Park(44)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Harris(1)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(32)

Kilkerran(13)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(30)

Lagg(3)

Laphroaig(54)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(19)

Littlemill(13)

Loch Lomond(8)

Lochlea(2)

Lochside(1)

Longmorn(23)

Longrow(12)

Macallan(42)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(29)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(11)

Octomore(10)

Old Pulteney(6)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(20)

Roseisle(1)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(10)

Speyburn(2)

Speyside(11)

Springbank(51)

St. Magdalene(5)

Strathisla(4)

Strathmill(5)

Talisker(27)

Tamdhu(7)

Tamnavulin(3)

Teaninich(7)

Tobermory(12)

Tomatin(17)

Tomintoul(13)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(4)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (69)

Macallan ‘Amber meadow’ The Harmony collection (2023, OB, 44.2%)

Qualche giorno prima del Milano Whisky Festival, i dintorni del Duomo sono stati illuminati dalla presenza sempre graditissima di Nicola Riske, il solare volto di Macallan nel Mediterraneo. Quando Nicola arriva a Milano in veste ufficiale, c’è sempre qualcosa di buono che bolle in pentola – pardon, in alambicco – ad Easter Elchies. E infatti anche stavolta Nicola era dalle parti della Madonnina per presentare una nuova release di Macallan, ovvero “Amber meadow”, il terzo arrivato della “Harmony collection” dopo “Rich cacao” e “Intense arabica”.
Ecco perché Velier, che distribuisce Macallan in Italia, ha organizzato al The View, ristorante di Terrazza Duomo 21, una cena di lancio, con tanto di spiegone introduttivo e cocktail pairing. Che ora vi beccate anche voi.
Spiegone: “Amber meadow” come detto è il terzo single malt della “Harmony collection”. Se i primi due miravano ad esaltare rispettivamente le note di cacao e caffè, questa punta a ricreare la sensazione della brughiera, della rugiada sui prati del countryside britannico. L’intero progetto è realizzato in collaborazione con Stella e Mary McCartney, che oltre agli “Strawberry fields forever” cantati da papà Paul con i Beatles, ricordano anche i profumi della verde Scozia durante le vacanze passate nella fattoria di famiglia. Completano il pacchetto le fotografie scattate da Mary e un impegno ecologista legato al packaging riciclabile che francamente non ricordiamo, perché dopo un po’ la filastrocca sostenibile annoia.

Il nostro epicureismo ci impone di snocciolarvi il menu: aspic di anguilla al té Lapsang Souchong; riso ai porri, limone e caffè; piccione in casseruola con cardo gobbo e bagna cauda al cioccolato bianco (da estasi mistica); dolce al cioccolato e bottarga. Per vostra informazione, abbiamo mangiato tutto come bravi bambini a cui la nonna impone di finire il piatto. Ecco, i cocktail se possiamo fare i precisini non erano memorabili. Ma siccome non siamo un blog di cucina né di mixology, ora vi diciamo com’era il whisky, che invecchia in botti ex sherry ed ex bourbon. Il colore è un bell’oro con screziature rosa.

N: due poli si contendono il primo naso: da una parte un’eccezionale nota di orzo, dall’altra un cocco in stile Bounty, non eccessivamente dolce ma fragrante. Al di là di questa anticamera olfattiva, si apre una dimensione più vegetale, quella che dovrebbe essere l’obiettivo di questo whisky: fiori di campo delicati, vegetazione bagnata, freschezza. Più di un vero prato, sa di ciottoli bagnati sulla riva di un torrente. La frutta è solida, ma non dominante: banane verdi, mele, ancora cocco essiccato. C’è anche una bella dimensione nocciolata, che ricorda i baci di dama. Gelato alla vaniglia, fieno.

P: sobrio, affilato e piuttosto secco. Non il primo palato che ci saremmo aspettati, però ad ogni modo piacevole. La gioventù la fa da padrona, in un quadro di albedo di limone e legno impolverato. L’assenza di dolcezze varie è la cosa più sorprendente. Pompelmo e camomilla essiccata, zenzero, erbe secche. Con il tempo cresce l’influenza dello sherry, con frutta secca (mandorle) e spezie (vaniglia, noce moscata). Caramello, anche. In generale è un palato minimal, con un guizzo alcolico un filo nervoso.

F: medio-corto, con ancora zenzero, legno, frutta secca e un tocco di té matcha in polvere.

Iniziamo con il voto, che è un 84/100. Ora spieghiamo. Non si può dire che sia un cattivo whisky, è beverino e anche abbastanza equilibrato. Però paga il dazio della evidente gioventù del distillato e soprattutto paga l’assenza di una identità chiara. Se non fosse ormai una parola abusata, diremmo che è un whisky fluido, assemblato a tavolino ma senza avere in mente un profilo chiaro. Per cui l’esperienza vaga dal floreale al cereale, dal legno allo sherry. Se possiamo, il concept che era stato così ben centrato con il Rich Cacao e l’Intense Arabica qui sembra cervellotico e meno immediato. Dei tre, quello che ci ha convinto meno, insomma.

Sottofondo musicale consigliato: Paul McCartney – Maybe I’m amazed

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

Questo errore è visibile solamente agli amministratori WordPress

Errore: Nessun feed trovato.

Vai alla pagina delle impostazioni del feed di Instagram per creare un feed.

FACEBOOK

English Translation in progress