TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Redbreast 15 yo (2020, OB, 46%)

redbreast-15

“Riuscì a salvarsi dalla sua barba / un pettirosso da combattimento”. Persi fra le citazioni musicali di De André e i rimandi iconografici al pelo facciale del nostro socio Zucchetti, andiamo in Irlanda per assaggiare uno dei nostri preferiti dalla verde isola – il sample l’abbiamo assaggiato grazie all’ottimo Master of Irish di Whiskyclub Italia, di cui domani andrà in onda la terza puntata. Single pot still, 15 anni, maturazione in Bourbon e Oloroso, precedenti ottimi: ci sono tutte le premesse perché il pettirosso ci piaccia. Il colore è un oro antico, con riflessi bronzo.

N: impatto fragrante da molti punti di vista, o di olfatto. C’è il cereale pieno e rotondo, c’è una frutta esuberante sotto forma di mela gialla, pesca, albicocca, melone un po’ verde e guava. E poi c’è una punta di pot still tutta Irish, che racconta storie di rame e orzo acerbo. E poi c’è lo sherry, che mica sta a guardare: croccante alle nocciole, marzapane, datteri e cioccolato al latte. Col tempo anche legno aromatico, come sandalo o incenso. Sentori oleosi molto piacevoli. Curioso, ogni tanto emergono zaffate di salsa di pomodoro davvero evidenti.

P: diretto come una sciabolata, piccante e deciso. Età e legno si fanno sentire, con un profilo piuttosto secco senza perdere l’affabilità. A una frutta variamente rossastra (mele rosse, rabarbaro, prugne secche), si accosta una parte fresca, di menta e zenzero. Poi però spunta il profilo robusto dello sherry, con la sua crosta di panettone, le noci (mallo di noce), il cioccolato fondente. E un che di cappuccino in crescita. Si fa pian piano sempre più robusto, sia per le spezie (ecco il pepe, i chiodi di garofano, ancora zenzero candito a profusione), sia per la persistenza…

F: …che infatti si prolunga per un po’, pur senza colpire particolarmente per durata, in un finale denso di cacao, mandorle, una generosa tritata di pepe e menta secca. Nocciole tostate, come suggerisce lo stesso Claudio.

Qualche divinità ha vaticinato che noi moriremo solo quando una freccia ci trafiggerà nel Redbreast. Insomma, è il nostro tallone da killer, come dicono quelli che hanno studiato. Ci piace molto in generale, e questo 15 anni non fa eccezione, anche se un filo in più di cremosità non ci sarebbe dispiaciuto. Fra gli esponenti del core range, è forse quello più acuminato, decisamente incentrato su freschezza, piccantezza e quella nota di cereale verde. Però lasciatecelo dire: che bel centro di gravità permanente che si è scelto… 85/100.

Sottofondo musicale consigliato: Fabrizio De Andrè – La domenica delle salme.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com