TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Blended contro blended: Grant’s Family reserve (anni ’80, OB, 40%) vs Antiquary 12 yo (anni ’80, OB, 40%)

Oggi ci siamo svegliati vicini alle istanze del proletariato e ci è punta vaghezza di assaggiare dei blended di antica data che ci è capitato di depredare recentemente. Il primo è un vecchio Grant’s, gentile omaggio di un vero dandy baffomunito e cultore del sigaro, che lo ha portato in dono all’ultimo Whisky Revolution Festival di Castelfranco. Il secondo lo ha in casa uno di noi, la cui dolce metà lo utilizza per sfumare succulenti pietanze. L’alto e il basso, la mondanità e la quotidianità. Dove lo trovate un blog più universale di questo?

Grant’s Family reserve (anni ’80, OB, 40%)

N: parte su cereale nudo e crudo e vaniglia, con una parte di detergente per superfici (neanche per vestiti, proprio per superfici, ancora peggio!). C’è anche qualcosa di acetone e idrocarubri. Caramella alla pera, un’idea di limone. Molto zucchero astratto. In complesso, davvero poco. Forse un filo di quella sensazione di whisky vecchio, prevaricata da una nota come di grappa di moscato. Horrible. P: inizia dolcino, ma nemmeno il tempo di citare la banale vaniglia con miele che subito degrada nel disastro. Il palato è invaso da detersivi di ogni genere con qualche generosa goccia di dopobarba anni ’80. E mentre ci chiediamo se per caso non abbiamo sciacquato bene i bicchieri dopo averli lavati, ci ritroviamo proiettati in un retrogusto amaro e sgradevole di crusca zuccherata e noce mezza marcia. F: per fortuna. Inesistente e dolciastro, di nuovo il profumo.
Dà l’idea di essere dannoso per la salute. Family reserve forse significa che è indicato se vuoi avvelenare tutti i parenti per incassare l’eredità. Speriamo che la bottiglia si sia deteriorata nel tempo, ma c’è la concreta possibilità che facesse senso anche trent’anni fa. 59/100 per spregio.

Antiquary 12 yo (anni ’80, OB, 40%)

N: profumato, con qualcosa di cera per mobili e un filo di miele. Che ci sia un apostrofo di torba? Mah, chi lo sa. Ciocorì con riso soffiato, Frosties e comunque un che di glassa. Mele gialle e pera per una frutta base. L’old bottle effect dà un tono di eleganza al tutto. Non male. P: acquoso e dolcissimo, sciroppo di rose, grain e vaniglia. Svapato e svanito, al palato ha tenuto decisamente meno bene rispetto al naso. E’ come se si fossero slegati gli elementi: prima la dolcezza del grain, poi il senso di matita temperata amarognola e poi un alcol che se ne va a casaccio senza guinzaglio. Scisso. F: medio e un po’ allappante, ancora su cereale zuccherato, pepe bianco e mela. Filino di cera.
Il naso è stato una bella sorpresa, non complessissimo ma reso molto piacevole dal passare del tempo. In bocca purtroppo gli anni non gli hanno fatto bene, e lo hanno spaccato in mille pezzi. 72/100.

Sottofondo musicale consigliato: Lit – Miserable

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com