TASTING NOTES

Aberfeldy(6)

Aberlour(14)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(3)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Annandale(1)

Ardbeg(59)

Ardmore(18)

Ardnamurchan(4)

Arran(25)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(16)

Balmenach(1)

Balvenie(23)

Banff(2)

Ben Nevis(22)

Benriach(18)

Benrinnes(22)

Benromach(17)

Bladnoch(7)

Blair Athol(15)

Bowmore(56)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(36)

Bunnahabhain(42)

Caol Ila(72)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clydeside(1)

Clynelish(61)

Cragganmore(4)

Craigellachie(7)

Daftmill(7)

Dailuaine(13)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(5)

Dufftown(5)

Edradour(4)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(15)

Glen Elgin(10)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(22)

Glen Keith(14)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(4)

Glenallachie(20)

Glenburgie(8)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(27)

Glendullan(5)

Glenesk(2)

Glenfarclas(23)

Glenfiddich(17)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(14)

Glenkinchie(2)

Glenlivet(19)

Glenlochy(1)

Glenlossie(12)

Glenmorangie(17)

Glenrothes(19)

Glentauchers(11)

Glenturret(10)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(8)

Highland Park(44)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Harris(1)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(32)

Kilkerran(13)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(30)

Lagg(3)

Laphroaig(54)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(19)

Littlemill(13)

Loch Lomond(8)

Lochlea(2)

Lochside(1)

Longmorn(23)

Longrow(12)

Macallan(42)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(29)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(11)

Octomore(10)

Old Pulteney(6)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(20)

Roseisle(1)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(10)

Speyburn(2)

Speyside(11)

Springbank(51)

St. Magdalene(5)

Strathisla(4)

Strathmill(5)

Talisker(27)

Tamdhu(7)

Tamnavulin(3)

Teaninich(7)

Tobermory(12)

Tomatin(17)

Tomintoul(13)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(4)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (69)

il gioco delle coppie: Glen Grant 31 yo (1985/2017, Cadenhead’s, 44.8%) vs Glen Grant 13 yo (1983/1996, Signatory, 58.2%)

Se ci avessero chiesto che mestiere dei nostri sogni una trentina di anni fa, forse avremmo tutti risposto che da grandi avremmo voluto essere Michele. Non l’arcangelo, ma l’intenditore della pubblicità tv ovviamente. Chissà che fine ha fatto, se gli è esploso il fegato in mille coriandoli di steatosi, se è stato felice, se ai nipoti ha raccontato che lui una volta diceva alla gente che il colore pulito era sinonimo di qualità. Ovunque tu sia, attore che un tempo hai impersonato il più snob e tronfio dei connoisseurs, che facevi innamorare le donne sui treni versando whisky come se fosse Borghetti allo stadio, questa doppietta è per te.

Glen Grant 31 yo (1985/2017, Cadenhead’s, 44.8%)
Uno sherry butt da 312 bottiglie per la serie Cadenhead’s authentic. C: cremisi scuro. N: qualcuno ci ha scherzati e ci ha imbottigliato un Bloody Mary… si apre con succo di pomodoro, aceto balsamico, salsa Worchester anche. La frutta è stilizzata, rimangono solo guizzi acidi come di succo di lampone, di ribes, di pere rosse. Esondano le spezie del legno, soprattutto un cumino di quelli che i ristoratori indiani ti stringono la mano con deferenza se poi ti annusano l’alito. Insomma, un naso torbidamente sherroso, umami e scuro. P: ha perso tanto, ahinoi. Si apre tannico, con té infuso, karkadé e di nuovo ribes. Uva rosa da, anche. Il grado è sceso ulteriormente, ma la sensazione al palato è comunque delicata, con praline al cioccolato e di nuovo tantissima pera Williams rossa. Sangria alle pere, vin brûlé. Cannella, legno e un retrogusto un filo alcolico. F: legnoso e piccante, solo qui compare il malto. Tabacco tostato.
Uno di quei whisky presi per i capelli quando la botte stava già instaurando una tirannia. Al naso è sporco, ma vivo. Al palato è morbido, ma si avvia a spegnersi. Non è un disastro eh, però non ha l’eleganza per sopperire alla inevitabile parabola discendente dell’intensità. 85/100.

Glen Grant 13 yo (1983/1996, Signatory, 58.2%)
Il cask #746 ha dato 278 bottiglie. C: mogano scuro e sangue. N: poderoso e più legnoso di Pinocchio, ma con quel profumo di grandezza e patrimoni familiari di generazioni sperperati in banchetti e concubine. Chiodi di garofano, cannella, naftalina: sa di casa chiusa, ma non quella che pensate voi. Sono tutte suggestioni scure e amplificate, dalla liquirizia a una riduzione di Rabarbaro Zucca. Alcol non pervenuto, ciliegia e nocciolo di ciliegia e legno di ciliegio. Qualcuno ha detto ciliegia? P: un concentrato masticabile di sapori. Intanto cioccolato puro, fava tonka. Poi noccioli di ciliegie ancora e mandorle. Oleoso, compatto, non molla un centimetro. C’è una parte amaricante che parte dalla liquirizia e arriva alle erbe officinali e ricorda i vermut rossi, di nuovo il rabarbaro. Incredibilmente coerente, forse allappa un filo ma niente di spiacevole. Concentrato di pomodoro, artemisia. E nel retrogusto il mitologico gusto dell’amaro Borsci. F: legnoso e acido, liquirizia e speciality coffee Colombia, dice Corrado.
Frammenti di un’altra epoca e di un altro stile. Un whisky in sherry tremendamente concentrato, a costo di essere difficile e ponderoso. Non ne berremmo tanto, ma ne berremmo per tanto tempo. E la cosa sorprendente è soprattutto la tensione che rimane e che lo rende dinamico, soprattutto al palato. Un 91/100 che sa di nostalgia.

Sottofondo musicale consigliato: Beck – Sexx laws


.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

FACEBOOK

English Translation in progress