TASTING NOTES

Aberfeldy(6)

Aberlour(14)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(3)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Annandale(1)

Ardbeg(59)

Ardmore(18)

Ardnamurchan(4)

Arran(25)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(16)

Balmenach(1)

Balvenie(23)

Banff(2)

Ben Nevis(22)

Benriach(18)

Benrinnes(22)

Benromach(17)

Bladnoch(7)

Blair Athol(15)

Bowmore(56)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(36)

Bunnahabhain(42)

Caol Ila(72)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clydeside(1)

Clynelish(61)

Cragganmore(4)

Craigellachie(7)

Daftmill(7)

Dailuaine(13)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(5)

Dufftown(5)

Edradour(4)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(15)

Glen Elgin(10)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(22)

Glen Keith(14)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(4)

Glenallachie(20)

Glenburgie(8)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(27)

Glendullan(5)

Glenesk(2)

Glenfarclas(23)

Glenfiddich(17)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(14)

Glenkinchie(2)

Glenlivet(19)

Glenlochy(1)

Glenlossie(12)

Glenmorangie(17)

Glenrothes(19)

Glentauchers(11)

Glenturret(10)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(8)

Highland Park(44)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Harris(1)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(32)

Kilkerran(13)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(30)

Lagg(3)

Laphroaig(54)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(19)

Littlemill(13)

Loch Lomond(8)

Lochlea(2)

Lochside(1)

Longmorn(23)

Longrow(12)

Macallan(42)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(29)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(11)

Octomore(10)

Old Pulteney(6)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(20)

Roseisle(1)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(10)

Speyburn(2)

Speyside(11)

Springbank(51)

St. Magdalene(5)

Strathisla(4)

Strathmill(5)

Talisker(27)

Tamdhu(7)

Tamnavulin(3)

Teaninich(7)

Tobermory(12)

Tomatin(17)

Tomintoul(13)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(4)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (69)

Speyside 30 yo (1991/2022, VALINCH & mALLET, 49.8%)

La settimana scorsa il baffo più conosciuto di Milano (se la gioca con Corbetta e Tagliabue) ha vinto un trofeo. Fabio Ermoli ha portato a casa una medaglia d’oro agli Awards… “del whisky”, direte voi! E invece no, del gin. Il suo Taxidi, il gin che da qualche anno distilla sulla sua cara isola greca di Antiparos, ha trionfato ai Gin Awards e noi siamo molto contenti per lui.
Ora, siccome è piuttosto ironico che dopo una carriera nel whisky il riconoscimento arrivi dal gin, corriamo con una recensione a ricordarvi che il caro Fabio non se la cava male neanche nello Scotch. E dunque recensiamo oggi un imbottigliamento di Valinch & Mallet che gli sta particolarmente a cuore: ovvero il terzo barile mai distillato dalla Speyside distillery, inaugurata nel 1990. Non capita tutti i giorni di avere in casa il terzo barile nella storia di una distilleria, eh? Ad ogni modo, è un hogshead ex sherry Pedro Ximenez da cui sono state riempite 245 bottiglie. Il colore è un bel cremisi.

N: sa di Natale come il giaccone rosso di Santa Klaus. Solo che per fortuna non sa di renne e anziano, bensì di spezie. Una slitta piena di spezie. Note di vin brulé, con tanto di cannella e chiodi di garofano. E ancora panforte, uva passa, datteri e canditi di arancia. Insomma, tutto l’armamentario che ci si aspetta da una maturazione così lunga in PX. Eppure rimane abbastanza fresco, il che è un mezzo miracolo, considerando che col tempo emergono anche cioccolato al latte, babà e maraschino. Una supposizione: riesce a rimanere fresco per un senso quasi balsamico ed erbaceo, che ricorda i semi di cumino che al ristorante indiano ti offrono per pulire il palato.

P: abbastanza astringente sulle prime, con inevitabili sentori di legno e tannini. Parecchia liquirizia, esplode la bomba delle note del barile. La frutta è vivace, più acidina che succosa: bucce di prugna, ribes, aceto di sherry. Rimane la dimensione di pasticceria natalizia, con pan di spagna inzuppato nel maraschino e boeri. Che non saranno prettamente natalizi ma insomma, non è che si mangino a Ferragosto. Le spezie non mancano, soprattutto pepe e parecchia paprika. Legno umido quanto basta, forse un filo di più di quanto basterebbe.

F: non lunghissimo, cioccolato ai frutti rossi, liquirizia e foglie di castagno.

Trent’anni in PX non sono uno scherzo. Riesce però a rimanere teso al naso, senza degenerare in certe poltiglie di dolcezze poco attraenti. Al palato mostra leggermente la corda, la sensazione è che l’abbiano preso appena in tempo prima che il legno instaurasse una dittatura sensoriale. Invece non diventa mai eccessivamente tannico e nel suo genere è un gran bel whisky: 89/100.

Sottofondo musicale consigliato: Deportivo – L’immobilitè

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

Questo errore è visibile solamente agli amministratori WordPress

Errore: Nessun feed trovato.

Vai alla pagina delle impostazioni del feed di Instagram per creare un feed.

FACEBOOK

English Translation in progress