TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Il gioco delle coppie: Benrinnes 11 yo artist collective #5.4 (2010/2021, La maison du whisky, 48%) vs Benrinnes 21 yo #14 (2019, That whisky Boutique-y company, 47,1%)

Ormai siete talmente edotti sullo Scotch, che trovare qualcosa di nuovo da raccontarvi sulle distillerie è diventato complicato. Per cui su Benrinnes, che detto fra noi ci sta molto simpatica, abbiamo due scelte: o dirvi per l’ennesima volta che utilizza i worm tubs, che fino al 2007 procedeva con tripla distillazione e che ha avuto una saladin box; oppure raccontarvi di quella volta che Zuc voleva andare a visitarla, ma era chiusa per covid, per cui ha dirottato su una escursione sull’omonimo monte e siccome era una giornata di meteo osceno non si è nemmeno goduto il panorama. Oppure c’è la terza opzione: tagliarla corta, versare i due Benrinnes che abbiamo nell’armadietto e recensire. Busta C?

Benrinnes 11 yo Artist Collective #5.4 (2010/2021, La maison du whisky, 48%)
Imbottigliamento della bellissima serie che l’imbottigliatore parigino dedica agli artisti. Finish in barili di sherry di primo riempimento. C: un mogano rossastro splendido. N: quanta arancia rossa può esserci in un whisky? Qui tantissima, succosa, frizzante. Ginger, anche, inteso come la bevanda rossa anni ’80. Ci sono frutti rossi (granatina), uvetta, tamarindo… Uno sherry fruttato ma profondo, che pian piano mostra anche lati più terrosi, di pavimento di cantina, radici in macerazione. Anche un accenno di sugo di arrosto “light”. Crostata di lamponi e more. Ma anche miele di castagno e zafferano… Buonissimo. P: frutta alcolica, perché comunque l’alcol spinge bene, forse un attimo troppo. Prugne, arance rosse, ciliegie, lamponi. Anche in marmellata, ovviamente. Da qui ecco partire il lato più legnoso/sherroso, con ancora miele di castagno, noci, cola, tabacco… Riesce a essere dolce-ma-non-dolce, che così non vuol dire un (worm) tubo. Diciamo che la parte sciroppata che ricorda il PX, tutta tamarindo e confettura rappresa, si alterna al barile, con le (tante) spezie: pepe nero, paprika, chiodi di garofano. F: quasi vegetale, di verdure cotte alla brace. Con ancora spezie, legno e sherry. Lungo e caldo.
Eccellente davvero. Un’esplosione di sapore come le granate stordenti che la Swap usa quando entra nei covi dove i terroristi tengono gli ostaggi. Ne esci confuso, un po’ sballottato tra sensazioni forti di dolcezza, legno, piccantezza. Non il più elegante della classe, ma di sicuro il più affascinante, caciarone il giusto. Whisky autunnale di grandissima struttura, per noi roba da 89/100.

Benrinnes 21 yo #14 (2019, That Whisky Boutique-y Company, 47,1%)
Stessa spiaggia, diverso mare. Oppure stessa distilleria, ma altro profilo. Barile non specificato, ipotizziamo ex bourbon: 414 bottiglie da 50cl. C: vino bianco. N: abbastanza timido, inizialmente tutto sulle note del cereale umido e del rame scaldato durante la distillazione. Sembra di entrare proprio in distilleria. Agrumi leggeri, un po’ di buccia di pompelmo, un po’ di mirabelle gialle. Ma non c’è nulla di succoso né di intenso. Tutto accennato, come le nocciole e fiori secchi (camomilla). Ha bisogno di tempo per far emergere una nota di polline, di cioccolato bianco. Anzi, bacio bianco. P: qui si fa più interessante, la frutta gialla diventa sudata e fa salivare. Cedro, ancora prugne gialle, ananas acerbo, una macedonia bianca… Sotto, c’è ancora quel senso un po’ metallico, che si mescola con accenni di olio di semi, pastelli temperati e castagne crude. Un tocco saponoso fa capolino qui e là, ricorda le fragoline. Ci sono dello zenzero e del pepe bianco, c’è dell’uva spina, forse dei litchees. F: oleoso, nocciole, spezie del legno e una punta di caffè zuccherato.
Meno intenso, più sui territori della delicatezza nonostante il malto sia sempre un po’ con la faccia da bad boy. Però ha due cose che ci convincono poco: l’olfatto molto timidi che ha bisogno di davvero troppo tempo per iniziare a rivelare delle suggestioni e il guizzo saponoso a metà palato. Nel complesso un buon whisky, non un whisky indimenticabile: 86/100.

Sottofondo musicale consigliato: Idles – Colossus

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress