TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Sarabanda di petardi/3: Tomatin 26 yo (1976/2002, James McAllister’s selection, 46%)

Terzo appuntamento con le chicche da Limburg importate nella bisaccia da Jacopo. Terzo appuntamento con il lusso senza troppe premesse. Oggi tocca a un Tomatin indipendente imbottigliato nel 2002 per la James McAllister’s selection. Si tratta di un vintage 1976 invecchiato in non meglio specificati “oakwood casks”. Avevamo promesso pochi fronzoli, quindi si beva e non si parli. Il colore è oro, ma stavolta oro rosa.

N: parafrasando un famoso spot televisivo della nostra infanzia: se ti piace la frutta, annusatela tutta. E noi passeremmo ore a strofinare le nostre narici voraci in questo paradiso di melone, guava e maracuja. Davvero, è un tutti-frutti mostruoso, di vivacità impressionante. A cui si somma, come una perla su un diadema, una mineralità fine, elegantissima. Poi è la volta di parlare un po’ di dolcezza. Chi non vuole parlare di dolcezza, suvvia! E qui c’è cioccolato bianco ripieno di frutti rossi (ribes, lamponi), marzapane e gelato. Un gelato esoterico, non cremosissimo ma fresco, con variazioni di eucalipto qui e là. Col tempo affiora anche qualcosa di più scuro, che può ricordare la fava tonka o la carruba. Eccelso.

P: vocabolario Zanichelli, alla voce “coerenza”, troverete questo whisky. Semplicemente la copia perfetta del naso: sia la frutta, sia il cioccolato bianco, sia quel tocco più scuro che qui ricorda il cuoio. Se vogliamo fare i fini, si può dire che l’OBE – l’old bottle effect – al palato è più ricco e percettibile e che in aggiunta si fa strada una nota splendida di burro e brioche al burro, forse croissant all’albicocca.

F: ancora burroso, crema di frutta e una puntina mentolata di ritorno. Grosser ci parla di tè alla menta marocchino e sembra Sherazade quando racconta le Mille e una notte. Gender grosser fluid.

Rileggiamo le note e ci chiediamo: tutto qui? Sì, perché a ben vedere non ci sono arcobaleni di complessità e arabeschi di note off. Eppure è semplicemente spettacolare, perfetto così. Il distillato di Tomatin dà veramente il meglio di sé dopo i 20 anni, sprigiona un superpotere che amplifica la potenza della frutta e regala sorsi di assoluta piacevolezza. Cosa ci piace: la coerenza assoluta, la frutta magnifica, l’assenza totale di astringenza, la morbidezza del mouthfeel con quella burrosità golosa. Cosa non ci piace: che non ne abbiamo 3 bottiglie a testa a casa, per i momenti difficili: 92/100.

Sottofondo musicale consigliato: Pavement- Harness your hopes

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress