TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Knappogue Castle 12 yo Marchesi di Barolo finish (2019, OB, 46%)

Oggi è San Patrizio, e dunque noi ci gettiamo anima e corpo nel mondo Irish – ma lo vogliamo fare mettendoci un tocco di italianità. In una filastrocca zozza e sessista, le dame del castello erano accusate di avere un unico, osceno passatempo. Ma nel maniero di Knappogue, poche miglia fuori dalla cittadina di Ennis, pare che le signore si occupino esclusivamente di degustare whiskey. Knappogue Castle – ormai lo sapete, ci annoiamo da soli a scriverlo per l’ennesima volta – è infatti un brand molto considerato di Irish single malt. Il core range, distribuito in Italia da Pallini, prevede un 12, un 14 e un 16 anni. Però noi ci siamo versati una limited release della Cask finish series, un 12 anni affinato per almeno 12 mesi in botti Marchesi di Barolo, storica azienda delle Langhe. Lo abbiamo fatto così, per il puro gusto di provare cose strane e sperimentare. D’altronde ai recensori di questo castello piace fare solo quello.

N: rispetto al 12 anni base, il naso sembra immediatamente meno espressivo e quasi contratto in una nota vinilica. L’esuberanza aromatica un po’ sbarazzina sembra sparita, tutto è molto più chiuso e “serioso”. Il legno – come ci si aspetta dai finish in barili ex vino rosso – si prende la scena con mandorla e nocciolo di ciliegia. Parallelamente, fa capolino la frutta rossa, con buccia di mela Stark e marshmallows alla fragola, il che significa che l’acidità si incanala verso la frutta, meglio così. Serve tempo, pian piano si fa meno timido. La mela aumenta, spunta un tocco vegetale. Ma è forse radicchio quel curioso sentore? O sono solo i nostri recettori nasali che stanno collassando su se stessi seguendo l’esempio dei nostri neuroni? Mah, chi può dirlo…

P: non del tutto compatto e monolitico, mostra fin da subito due fasi distinte. Inizia sulla pesca e sul biscotto, un ingresso gentile e morbido. Miele di acacia. Poi però il barile prende in mano le redini e porta il tutto su note più amarognole: cacao in polvere, liquirizia. La frutta è essiccata, uvetta o ancor meglio bacche di goji disidratate. Un’astringenza non sgradevole pulisce il palato, poco spazio per fruttini, creme e altre sensazioni melliflue. Molto diretto, al massimo concede dell’uva fragola, con ampie zone di spezie, soprattutto cannella e pepe di Sichuan.

F: coerente, cioccolato amaro, amarena, nocciola e spezie (chiodi di garofano, pepe, chili).

Dopo 10 anni avrete capito che i finish in vino rosso non sono esattamente la specialità più apprezzata da queste parti. Eppure bisogna ammettere che questo Knappogue Castle non è fatto male. La qualità migliore sta nel suo diversificarsi dal 12 anni base senza però svaccare ed esagerare. Meno ruffianone (e meno Irish, anche) del suo fratellino, e con qualche sfumatura extra di complessità. Promosso, ma con juicio: 84/100.

Sottofondo musicale consigliato: Paolo Conte – Come mi vuoi?, per quel verso capolavoro che cita “l’odore di spezie che ha il buio”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Knappogue Castle 12 yo Marchesi di Barolo finish (2019, OB, 46%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress