TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Glen Keith 24 yo (1995/2020, Cuspid Spirits, 52,2%)

Negli ultimi festival è sbucato un nuovo imbottigliatore indipendente italiano (per la verità, ne sono sbucati diversi, siamo sbucati perfino noi!, ma non è di questo che vogliamo parlare), che conosciamo da diversi anni e che da diversi anni raccoglie botti e ci dice “tra poco uscirò con i miei imbottigliamenti” – e però solo nel 2020, in piena pandemia, Giuseppe Bezza da Parma ha rotto gli indugi e ha lanciato il suo marchio Cuspid Spirits, fatto di bottiglie curatissime ed etichette davvero belle. Ma il liquido?, vi chiederete – ecco, il liquido adesso lo assaggiamo, e assaggiamo il primo, il Glen Keith 24 anni di cui tanto, negli anni, avevamo sentito parlare.

N: Glen Keith è uno di quei malti dello Speyside che, dopo una certa età, non tende affatto a sfiorire, anzi: tende a sviluppare note di frutta matura (sì, lo diciamo: di frutta tropicale) davvero esaltanti, e che al contempo riesce a mantenere un profilo affilato, tagliente, mai ruffiano. Questo esemplare ne rappresenta lo stile al meglio: frutta tropicale acuta (?), fatta di lime e lychees, di carambola e di passion fruit appena acerba, tanti agrumi, a testimonianza di un’acidità presente e pimpante. Poi abbiamo meringa al limone, olio di semi, una pastafrolla cruda.

P: il palato, in cui l’alcol si lascia percepire al primo impatto, conferma l’acidità, e ribadisce quanto detto al naso: la frutta si fa sempre più acida, compiutamente agrumata, con limone e ananas acerbo, mela verde e pera. Qui è piccantino, con note di zenzero che non lasciano indifferenti. Poi la parte erbacea (fatta proprio di erba fresca) compare insieme a un marzapane lieve ma che dona profondità.

F: lungo, pulito e piacevole, fatto di mela gialla e un pizzico di menta e zenzero. Ancora limone.

A leggerlo così, può sembrare sempre in bilico tra una frutta piacevole e un’acidità eccessiva, ma non si fraintenda: la sua bellezza è proprio nel mantenersi equilibrato e mai ruffiano, piacevole e ammiccante quando parla lingue tropicali ma tagliente come la lama di un coltello che spezza in due metà perfette un limone siciliano. Cosa abbiamo appena scritto? Bah. Ad ogni modo, questa è la verità: l’attesa ha pagato, e il Glen Keith di Cuspid è un ottimo whisky, piacevole e beverino ma non privo di asperità e di complessità che sapranno soddisfare il bevitore più esigente. Bravo Giuseppe! 88/100.

Sottofondo musicale consigliato: Julian Marley – Sharp as a razor.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Glen Keith 24 yo (1995/2020, Cuspid Spirits, 52,2%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress