TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Ardbeg(55)

Ardmore(17)

Ardnamurchan(2)

Arran(24)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(15)

Balmenach(1)

Balvenie(21)

Banff(2)

Ben Nevis(18)

Benriach(17)

Benrinnes(18)

Benromach(16)

Bladnoch(6)

Blair Athol(14)

Bowmore(52)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(31)

Bunnahabhain(38)

Caol Ila(71)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clynelish(58)

Cragganmore(4)

Craigellachie(6)

Daftmill(5)

Dailuaine(11)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(13)

Glen Elgin(9)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(18)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(26)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(22)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(13)

Glenrothes(17)

Glentauchers(9)

Glenturret(9)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(7)

Highland Park(38)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(30)

Kilkerran(11)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(29)

Laphroaig(51)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(18)

Littlemill(12)

Loch Lomond(7)

Longmorn(22)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(28)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(10)

Octomore(9)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(17)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(42)

St. Magdalene(5)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(23)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(13)

Tomintoul(12)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(3)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (66)

Egan’s 10 yo (2020, OB, 47%)

Proseguiamo nella nostra missione impossibile di provare ad assaggiare ogni etichetta di Irish whiskey che Dio e il suo fidato emissario San Patrizio mandano in terra. Siccome ogni giorno un irlandese si alza e sa che dovrà fondare un proprio marchio, il lavoro è abbastanza titanico, ma non ci faremo impressionare: la vostra prolificità non batterà mai la nostra sete, sappiatelo.
Oggi è il turno di Egan’s, che recentemente è entrato nel portafoglio di brand importati da Compagnia dei Caraibi. Per una piccola storia della famiglia e del marchio – nato nell’Ottocento, cresciuto a Tullamore e poi riportato in vita nel 2013 – vi rimandiamo alla pagina di Irishpedia. Qui ci limiteremo a dirvi che il liquido proviene da distillerie non dichiarate e che questo single malt di 10 anni è il simbolo dello stile di famiglia: distillato in alambicco pot still e invecchiato in botti ex bourbon.

N. se nel mezcal Pechuga mettono un petto di pollastro nell’alambicco, qui possono averci messo delle scaloppine al limone? No, eh? Eppure è una nota nitida, davvero evidente. C’è poi un sottile filo di fumo che si accompagna a una dimensione verde: dannunzianamente, ci viene in mente la pioggia nel pineto, anche se forse non arriva a questo livello di balsamico e si ferma alle felci. La frutta è gialla ed è Irish al 100%, con pompelmo, ananas e semi di limone. Legno di cedro e un miele delicato. Il tutto è reso più complesso da una puntina sporca, come di ottone. Una sorpresa.

P. continuiamo sul crinale dell’insolito. Si apre su frutta gialla e agrumata, acida, pimpante ma poco cremosa: succo di maracuja! Poi arriva il fumo, più netto rispetto al naso, e fa capolino anche un pizzico di sale/salamoia che prolunga il palato. C’è della vaniglia ovviamente, che si fonde con le note di un distillato oleoso. Palato interessante, anche se rispetto al naso è meno suggestivo. Bene la gradazione, che dà struttura.

F. piuttosto lungo, il tocco salato lo rende molto pulito.

Questo whiskey ci fa venire in mente quel che spesso succede quando per la prima volta si incontra di persona qualcuno con cui si ha sempre avuto a che fare solo per telefono. La “voce” di Egan’s (l’etichetta, le caratteristiche) ci sembrava insignificante. Invece, incontrato di persona è davvero una sorpresa. Se dovessimo scommetterci un euro, punteremmo su un Cooley con una punta di Connemara, oppure su un invecchiamento in botti ex Connemara. Ad ogni modo, quell’ombrina (l’ombra piccola, non il pesce…) di torba conferisce un extra di complessità a un single malt già di per sé più che discreto. Insomma, per nulla banale e poco catalogabile, quindi 85/100.

Sottofondo musicale consigliato: Fiona Apple – Paper bag

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Egan’s 10 yo (2020, OB, 47%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress