TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Il gioco delle coppie (a grado pieno): Kilchoman Machir Bay cask strength (2020, OB, 59.8%) vs Smokehead High voltage (2019, Ian MacLeod, 58%)

Arrivati a questa età, stiamo mettendo la testa a posto e – chi più, chi meno – ormai apprezziamo tutti le gioie della vita di coppia. Per questo anche nel whisky procediamo come dei novelli Predolin ad assemblare whisky che potrebbero star bene insieme, in una specie di agenzia matrimoniale. Oppure, se vi piacciono di più le metafore violente, semplicemente abbiamo creato un “Whisky fight club” dove facciamo scannare tra loro single malt della stessa categoria.

Oggi, per la categoria “Islay a grado pieno”, abbiamo organizzato un bel match fra il Kilchoman Machir bay cask strength, edizione limitata per il Natale dell’anno scorso e spazzolata dai negozi ormai da tempo, e lo Smokehead High voltage. Entrambi NAS, entrambi torbatoni. Gong, pestatevi!

Kilchoman Machir Bay cask strength (2020, OB, 59.8%)

N. si apre su erbe aromatiche fumiganti, rosmarino bruciato rimasto sulla griglia. C’è poi una nota farmy da vecchia fattoria-ia-ia-oh che non siamo abituati ad abbinare a Kilchoman, anche se fra tutte le distillerie di Islay è sicuramente la più agricola. Fieno. La dolcezza cremosa del Machir bay base è molto più magra, diciamo mele cotte nel burro. L’alcol non dà fastidio ma rende il naso poco espressivo. Un senso di mezcal, con di nuovo erbe bruciate: camomilla, molto timo. Il mare è il grande assente. Con acqua si fa più vanigliato, mandorla o orzata. P. anche qui l’alcol non si sente, è quasi un miracolo a quasi 60 gradi. Più riconoscibile, con cereale crudo, zucchero, limone e Corn Flakes affumicati. Mela, ancora, Granny Smith. La torba è ancora erbacea e non invadente, stavolta spunta un pizzico di sale marino. Con acqua non evolve tantissimo, spunta però una crema al limone. F. marshmallow bruciato, zucchero, pane e liquirizia. Cioè, separati, non una michetta imbottita di rotelle Haribo…
Mah, non si può dire che non sia solido e più che decente. Anzi, se vogliamo è una conferma del fatto che a Kilchoman – se non si impegnano – whisky mediocri non riescono proprio a farne. In effetti ad altri è piaciuto molto di più, non siamo sicuri ci fosse tutta questa necessità di gonfiare di steroidi e alcol il nostro amato Machir Bay, ma insomma, il risultato è comunque piacevole. 85/100.

Smokehead High voltage (2019, Ian Macleod, 58%)

N. un ingresso autunnale, con castagne, valanghe di arancia e soprattutto foglie bruciate. Come quei falò che i contadini accendono a novembre, dopo aver raccolto le foglie secche. In effetti spunta anche un accenno verde, di fogliame in generale. C’è poi un lato fruttato e rosso, acidino, che richiama l’uva rossa e i frutti di bosco (ribes e amarene). Cioccolato senza dubbio, a sottolineare che qualche botte di sherry, ma soprattutto pasta di mandorle e vaniglia. Con acqua l’alcol sparacchia un po’ e spunta una punta sporchina, come di rame. P. torba e sherry, sempre bell’abbinamento. Se ti riesce bene, però… Qui l’attacco sembra un po’ disunito, come se i due mondi procedessero paralleli. Da un lato lo sherry, con ancora frutta rossa, vino cotto, caramello e chiodi di garofano. Dall’altro legno bruciato ricoperto di zucchero e fumo acre. Arancia un po’ andata ed albicocche secche, con cioccolato salato. F. caramello, liquirizia bruciata. Allappante, con le spezie del legno a dominare e la frutta ridotta a pallido ricordo.
Ri-mah. Smokehead è un’operazione intelligente e molto meritoria, che porta il single malt torbato e incazzato a un pubblico giovane, cosa che per troppi anni lo Scotch ha tralasciato di fare. Il prodotto è giovane, quindi logico non si cerchi la finezza. Dunque non stupisce granché che l’effetto sia poderoso ma un filo grossolano. Un profilo tamarro, diremmo, che però ha un suo perché. Semplicemente avremmo gradito meno approssimazione nel palato. 80/100.

Sottofondo musicale consigliato: Electric six – Danger! High voltage

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

3 thoughts on “Il gioco delle coppie (a grado pieno): Kilchoman Machir Bay cask strength (2020, OB, 59.8%) vs Smokehead High voltage (2019, Ian MacLeod, 58%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress