TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

WEST CORK ‘GLENGARRIFF SERIES’ BOG OAK CHARRED (ob, 2017, 43%)

West Cork Glengarriff Series Bog Oak Charred Cask Finish-1000x1000

Per il nostro venerdì d’Irlanda, affrontiamo un imbottigliamento molto particolare che proviene dalla gamma di West Cork (info sulla distilleria le potete trovare, naturalmente, qui). Maturazione in botti ex sherry e finish di qualche mese in botti vergini carbonizzate, prodotte con “bog oak“, ovvero “legno di torbiera” (si dice sia il legno usato per fare le pipe: che lo Zampini nazionale ci corregga). Nell’immagine qui di fianco, potete vedere un simpatico signore irlandese alle prese con la delicata operazione. Nessuno è stato ferito nel corso di questa operazione. Pare. E se è stato ferito, nessuno lo saprà mai.

West Cork Glengarriff Series Bog Oak Charred Cask Finish-1000x1000

N: dolciastro e a base di frutti di bosco, con marshmallow e gelato industriale alla fragola. Lo sherry offre un’ombra di spezie (ginger e anice stellato). Miele di castagno e un lato balsamico atipico, che non è perfettamente integrato alla fragola sintetica di cui sopra, a dirla tutta. I ragazzi di www.whiskeyjug.com offrono la nota olfattiva più estrema del mondo, proponendo “bismuto”, e noi non possiamo che riportarvelo, e urlare al Messia. Ma anche segnalare che il naso è un po’ poverello e per di più dopo un po’ si fa anche profumato e un filo saponoso.

P: di nuovo dolciastro, con cioccolato al latte e spezie e un corpo acquoso. Si sentono segale, pane nero tedesco, chiodi di garofano e anice stellato. Il lato dolce è rappresentato da una riduzione di frutti rossi, scorza d’arancia e toffee alla liquirizia. Poi però c’è anche una dimensione astringente, tannica, con una caldarrosta evidente, che si evolve in crema di marroni e infine in castagnaccio, come i Pokemon. Una sensazione di tabacco consunto, olio di tabacco, pipa appena usata. Abbiamo detto molte cose perché siamo immaginifici, ma nessuna delle note sopra è mai intensa, piuttosto solo accennata.

F: medio lungo e speziato, si perde la caldarrosta ma restano tutte le spezie sopra dette, con aggiunta del ginger, e una chiusura di chinotto. Amaro, oleoso e dolce. Distopico.

L’apporto del legno è impressionante, e non sappiamo dire se in senso positivo: assurdo e insieme divertente, spiazzante. Il naso è da rivedere, il palato e il finale superano ampiamente le aspettative di chi scrive. Se piacciono le castagne, è da assaggiare. Da segnalare il rapporto qualità prezzo, visto che si trova sotto i 40 euro, tra l’altro, anche qui. 78/100.

Sottofondo musicale consigliato: Supertele & Otto x Otto – Costole.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com