TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Kilchoman 2010 vintage (2019, ob, 48%)

Nel Duemiladieci, mentre il mondo si rimbecilliva con le vuvuzelas, ad Islay si distillava senza distrazioni calcistiche. E in quel di Kilchoman si riempivano barili come se non ci fosse un domani. Il frutto parziale di quelle fatiche è spremuto dentro questo vintage: 45 botti (42 ex Bourbon e 3 ex Oloroso) imbottigliati dopo 9 anni nel 2019, a 48%. I vintages di Kilchoman non vengono prodotti ogni anno. Il precedente (2009) era stato lanciato nel 2017 e chi lo ha assaggiato non ne era rimasto folgorato. Speriamo di essere più fortunati.

N: grande freschezza, una brezza marina invade la stanza. Seguita immediatamente dalle note più dolci e voluttuose: vaniglia, gelée al limone, miele di acacia e mela verde, che si innestano perfettamente nella scia costiera. Iodio, gesso a torba. Qui la sensazione di fumo è dolce e pungente insieme, quasi balsamica (pigna, aghi di pino bruciati) ma non sbilanciata. La dolcezza e la freschezza sono come la Dc in Italia per 40 anni: tengono insieme tutto. Forse sullo sfondo c’è anche un po’ di radice di liquirizia. Piacevole e solido, non sconvolgente.

P: l’apertura è quasi soave, con un pieno di miele, mela e pinoli, che sembra quasi un dolce trentino. Anche confetto con la sua glassa. Ma poi arriva la torba, e che torba! Kilchoman sul punto è davvero unica, con un insieme di mare, stalla, fieno, fumo acre e note organiche che emergono dalla distillazione. Un senso di latte pannoso e avvolgente, con un guizzo di sale. Limone alla brace. Così, due fettine accanto ai calamari non vogliamo mettercele?

F: Lungo, minerale, piacevole anche se acre. La torba si evolve, dalla stalla al mare, passando attraverso i campi d’orzo. Latte e miele. Con un che di cacao.

Un Kilchoman didattico, che esprime bene il carattere della distilleria, senza tradirne la vibrante gioventù. Lezione numero uno: Kilchoman è uno spirito delizioso, dolce e centrato sul cereale. Lezione numero due: la torba di casa è particolare, acre eppure mai violenta, con un tocco organico. Lezione numero tre: trovarne di cattivi è molto complicato, anche se a volte distinguerli è complicato (e anche questo è il caso). Per appassionati della torba e di Islay in generale. 86/100. Tra gli altri, lo trovate anche su whiskyitaly.

Sottofondo musicale consigliato: Primus – Jerry was a race car driver, tra musichette naif da cartoni animati e metallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com