TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

WRITERS’ TEARS COPPER POT (2020, OB, 40%)

It’s Friday, we’re in love (with Irish whiskey). Tornano i Venerdì Verdi e noi torniamo a Dublino e dintorni con un whiskey da Ghilardi selezioni. Ghilardi è una realtà giovane che sa bene come trovare piccole chicche nei meandri meno esplorati degli spiriti. Già importatore di etichette interessanti e fuori dal coro come Balcones e Paul John, da poco ha aggiunto al suo portafoglio anche l’Irish whiskey, con i due marchi di Walsh: Irishman e Writers’ tears. In particolare, le “lacrime degli scrittori” è un brand molto evocativo, che celebra l’età dell’oro di fine Ottocento, quando l’Irlanda era la patria – oltre che della Guinness e delle patate – anche della letteratura e del whiskey. Così, Bernard e Rosemary Walsh hanno voluto ricreare un whiskey “alla vecchia maniera”, senza utilizzare il grain distillato in alambicchi a colonna alla base dei moderni blended. Questa espressione è infatti un mix di single pot still (lo stile irlandese per antonomasia, che utilizza orzo maltato e non) e single malt, da distillerie non dichiarate. Insomma, l’essenza dell’alambicco discontinuo. La bottiglia, alta e affusolata, è molto elegante e in etichetta è rappresentata la Taoscàn, ovvero la “goccia perfetta”. Vediamo se ci farà piangere, di gioia o disperazione dobbiamo ancora deciderlo.

N: si avverte molto nitido l’orzo, impastato in bei biscottoni in stile Weetabix, ma forse sono i Cuor di mela di un noto marchio di dolciumi che per non incorrere in accuse di razzismo indicheremo come “Mulino X”. Un miele di acacia avvolge tutto, ma senza soffocare i tratti vegetali: si alzano infatti belle note floreali, leggere. Sul lato della frutta, più vivace del previsto, rimaniamo sempre sul delicato, ma ben lontano dal proporre banalità: piuttosto banana (gelato alla) e ananas, con una mela Granny Smith in grande spolvero. Spolverata di cannella e vaniglia. Il bicchiere vuoto ricorda il cioccolato al latte.

P: miele, miele, miele! La coerenza qui è la parola d’ordine. Anche il palato si dimostra solido, semplice ma non scontato, tutto teso a proporre piacevolezze che prendono la forma di biscotti ai cereali, vaniglia, frutta gialla (pesca, con anche le bucce) e una goduriosa crema, di quelle belle sode che restano “in piedi”. Nonostante tutti i dolciumi, il secondo palato è abbastanza asciutto, scattante, con una buona acidità e un tocco piccantino che quasi ricorda la segale ma che forse è solo il legno. Insomma ultra beverino e ricco.

F: medio, pulito e assai fresco, con gradevolissimi ritorni di frutta e un accenno di cacao in polvere. Sul lungo, le labbra rimangono quasi oleose: è la magia del pot still.

Posto che siamo un po’ prosaici nell’animo e il nesso con il pianto di Joyce, Wilde e Beckett un po’ ci sfugge, possiamo dire che se proprio devono essere lacrime, sono lacrime di gioia. Al naso, forse la parte più interessante, esibisce una personalità divertita e una vivacità tipica degli Irish più convincenti. Quelli che piacciono a noi, che si prendono poco sul serio ma sono totalmente privi di difetti. Certo questo Writers’ Tears è giovane, ma non scapestrato, anzi dotato di un equilibrio connesso alla materia prima e a un sapiente dosaggio dei vari whiskey da cui prende forma. Sorprendente, evviva la beverinità! 85/100.

Sottofondo musicale consigliato: The cat empire – Oscar Wilde 360°

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “WRITERS’ TEARS COPPER POT (2020, OB, 40%)

  1. […] Writers’ tears Copper Pot blended Irish whiskey (NAS; triple distilled; single pot still e single malt; charred American oak barrels; 40%)Writers’ tears Double oak blended Irish whiskey (NAS; triple distilled; single pot still e single malt; ex Kentucky Bourbon barrels/ex French oak Cognac casks; 46%) Writers’ tears Red head single malt Irish whiskey (NAS; triple distilled; ex Oloroso sherry butts; 46%)Writers’ tears Cask strength blended Irish whiskey (NAS; triple distilled; single pot still e single malt; American oak casks; gradazione varia a seconda delle release annuali) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com