TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Dailuaine 12 yo (2000/2012, Silver Seal ‘Young’, 56,2%)

Torniamo a Formigine per assaggiare un Dailuaine del 2000 imbottigliato da Silver Seal alla fine dello scorso anno: è un whisky che inaugura la nuova serie dell’imbottigliatore italiano, ovvero Silver Seal “Young”. Le etichette a ‘scudo’ riprendono quelle, storiche, del marchio Sestante (per intenderci, tipo questa qui); la serie sarà concentrata su whisky giovani e le varie bottiglie saranno disponibili ad un prezzo un poco più basso rispetto al solito. Questo Dailuaine, invecchiato in una botte ex-sherry, ha già ottenuto un riconoscimento vincendo il premio Whisky & Lode al festival di Roma (qui le parole di Andrea, che ha ideato il premio stesso). Il colore è ramato.

wd0124936-71_IM129213N: alcol pungente, ha bisogno di respirare. Dopo poco tira fuori una maltosità profonda, intensa (beh… note ‘calde’ di malto!); scommetteremmo su un refill sherry (magari verremo smentiti anche oggi, eheh), non c’è grande vinosità. Ci sono però leggere note di frutti rossi, un po’ indistinti, e a dominare la scena troviamo tracce di tabacco, di sigaro, di cuoio. Con un po’ d’aria (pardon, d’ossigenazione), si fa più cremoso (crema catalana, caramello; crema di marroni!). Erbaceo, con note di tè speziato; punte quasi balsamiche. Con acqua diventa un poco più ‘pulito’.

P: quasi secco, in bocca; tanto tanto malto (fette biscottate, note ‘briosciose’), davvero buono. Cristallino e potente; note di caramello e toffee (ma anche panna cotta) più intense, è dolce ma non stucchevole, dato che comunque restano in evidenza note erbacee che ‘sdrammatizzano’ (eh? comunque, foglie di tè). Si sente che è giovane, ma è proprio buono! Note amarognole verso il finale, e anche un po’ piccantine (tipo tabacco, per intenderci). Emerge ancora una bella nota di castagne e crema di marroni.

F: ancora malto intenso e note dolci e amare a intermittenza; panna cotta, ancora sentori erbacei, ancora crema di castagne. Pepatino; è una suggestione o pare quasi affumicato?

Il premio vinto a Roma è senz’altro il giusto riconoscimento per un single cask di facile beva, che – come dire – restituisce al malto il ruolo che gli spetta; la botte dà un apporto molto interessante, senza farsi mai invadente ma portando note erbacee e amarine che si integrano perfettamente in un profilo dolce davvero delizioso. E’ un whisky semplice, in fin dei conti, ma tutto è intenso, bilanciato e al posto giusto: se per qualcuno può avere un senso, sa proprio di whisky, e a noi il whisky piace. 87/100 è il nostro giudizio (update: dopo qualche tempo, l’ha bevuto il buon Serge, cui però non è piaciuto tanto… ha trovato note metalliche e ‘sulphury’ che noi non abbiamo riscontrato, in ogni caso). Costa circa 130 euro.

Sottofondo musicale consigliato: Robert WyattShipbuilding.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

3 thoughts on “Dailuaine 12 yo (2000/2012, Silver Seal ‘Young’, 56,2%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!