TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Tomatin 35 yo (1976/2011, Wilson & Morgan, 51%)

Ormai ci stiamo avvicinando al prossimo Milano Whisky Festival, il più importante evento dedicato al whisky nel nostro contraddittorio paese. Pian piano i programmi delle diverse masterclass vengono pubblicati, e sono tutte molto interessanti: tra queste, oggi ci sentiamo di consigliarvi quella di Wilson & Morgan (imbottigliatore indipendente italianissimo, nonostante il nome), perché – a nostro giudizio – propone il miglior rapporto qualità / prezzo. Il programma prevede cinque malti di tutto rispetto, tutti a gradazione piena e non colorati: un Laphroaig 21 anni in sherry, un Bunnahabhain del 1968, un Port Ellen del 1982, un Glenlivet del 1975… e questo Tomatin di 35 anni, distillato nel 1976 e imbottigliato nel 2011, dopo 35 anni passati nella botte #10 di sherry Oloroso. Il colore è ramato.

N: l’alcol quasi non si sente. Ha una grossa personalità, gloriosamente strutturata sotto forma di uno sherried ben invecchiato, con un fascino d’antan. Vale a dire: in un naso di grandissima complessità, questo è quel che ci troviamo: il profilo sherried è subito ‘sporcato’ da note – spettacolari – di legno umido, vecchia cantina, punte quasi erborinate, note di cera d’api, propoli… Poi però, pian piano, il naso si apre a molto altro, a frutta intensa e profondissima (pesche sciroppate, banana matura), poi note più attese (cioccolato, qualche nota di frutti rossi, marmellata d’arancia, torta di mele). A ogni snasata cambia leggermente: ci sono infinite sfumature, rabarbaro, chiodi di garofano, delicate note di marmellata di prugne, di menta; c’è una dolcezza ‘vegetale’ che non sappiamo mettere bene a fuoco. Delicato, intenso, sfaccettato. Fantastico. Qualche goccia d’acqua tende a ‘sfarinare’, rendendo il tutto più legnosetto.

P: Che spettacolo… Esplosioni di frutta, fiammate di sapori, tsunami di intensità. Il primissimo impatto è fruttato, molto caldo, con frutti rossi (ciliegia nitida) e frutta tropicale che di volta in volta si contendono lo scettro. Poi però arriva il legno, leggermente amaro, con note di cioccolato e tanta frutta secca; straordinaria è l’intensità dei sapori, con un corpo molto morbido. Note pepatine, zenzero candito; un po’ di vaniglia; punte agrumate (scorzette d’arancia).

F: decisamente fruttato, legno, frutta secca, vaniglia, ciliegia, cioccolato amaro, arancia… Lungo, intenso, insomma wow.

Il naso è semplicemente fantastico, di una incredibile complessità, pieno di diverse sfumature, in continua evoluzione; il palato è più ‘standard’ ma tutti i sapori hanno un’intensità davvero clamorosa. Se possiamo consigliare, non aggiungeteci acqua: in qualche modo, ci pare, banalizza un’esperienza davvero imperdibile. Il nostro umile giudizio è di 92/100. Per citare il grande Gianluca Gaudio, “non lo perdano!”.

Sottofondo musicale consigliato: sfidiamo i soliti moralizzatori a criticare la scelta di Wendy ReneAfter laughter come tears.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Tomatin 35 yo (1976/2011, Wilson & Morgan, 51%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com