TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Port Ellen 28 yo (1982/2011, Wilson & Morgan, Collector’s edition, 60%)

Ieri sera a Milano c’è stata una imperdibile degustazione di Talisker, organizzata come sempre dal Milano Whisky Festival; imperdibile, sì, ma persa da noi due, che malauguratamente siamo stati costretti a disertare per affatto improvvidi impegni di lavoro lontano da Milano. Come consolarci? Beh, dopo una rapida riunione del c.d.a. di whiskyfacile, è stato deciso di affrontare un Port Ellen ‘italiano’ del 1983, vincitore di una medaglia d’oro agli ultimi Malt Maniacs Awards. La bottiglia (534 esemplari totali dalla botte #2033) è, come già il Laphroaig di 21 anni assaggiato qualche settimana fa, parte delle releases celebrative dei 20 anni della Wilson & Morgan. Il colore è paglierino.

N: i 60% non respingono affatto, si limitano, forse, a ‘chiudere’ un po’, sulle prime. Immediatamente austero, poco fruttato, molto ‘vegetale’ e minerale. La torba è bella leggera e delicata; una leggerissima affumicatura vien fuori, ma solo con l’aiuto di tempo e pazienza. Rabarbaro, chiodi di garofano. Note leggere di eucalipto, forse d’anice anche. Col tempo, esce la vaniglia a dare una delicata dolcezza. Banana (buccia di banana; o banana non del tutto matura; insomma, dai, banana). Forse un po’ di limone? Annusandolo a lungo, i più avveduti (eh?) isoleranno anche una componente minerale, oleosa (olio d’oliva). Con acqua, si apre molto su vaniglia (vanillina calda) e su un buon legno speziato.

P: più dolce rispetto a quanto il naso non lasciasse presagire, ma comunque questo Port Ellen si concede escursioni verso l’amaro. Vaniglia, costante, che bilancia perfettamente le note più particolari, quasi vegetali (fieno, terra): tanto limone (avete presente il nocciolo del limone che vi rimane in bocca dopo aver bevuto una spremuta?), cera d’api, ancora un po’ di legno. Tutto intenso, tutto buono.

F: domina l’olio d’oliva, poi cenere, ancora vaniglia, liquirizia. Piuttosto lungo.

Che dire, un whisky… buono. Completo, e soprattutto al naso piuttosto complesso: alcuni Port Ellen sanno essere molto severi, e questo non è certo da meno, con le sue note minerali e elegantemente torbate – note che noi non sappiamo non trovare irresistibili. Troppe negazioni tutte insieme? Ok, dato conto del prezzo (circa 300 euro) si proceda al voto: 91/100, e invece Serge la pensa così.

Sottofondo musicale consigliato: UnderworldStagger, dal mai abbastanza celebrato Second toughest in the infants.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=ctSqwx7mXoQ&w=610&h=50]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Port Ellen 28 yo (1982/2011, Wilson & Morgan, Collector’s edition, 60%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com