TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Caol Ila 27 yo (1983/2011, Milano Whisky Festival, cask #4821, 50%)

Come ogni anno, le menti che stanno dietro al Milano Whisky Festival offrono agli appassionati un whisky da loro selezionato. L’imbottigliamento del 2011 è un Caol Ila invecchiato per 27 anni (dist. 12-10-1982, imb. 22-9-2011) in un hogshead refill bourbon ed è stato scelto fra sette alternative presso la Bladnoch Distillery. È ridotto a 50% e le 257 bottiglie ottenute hanno una bellissima etichetta con una foto del 1860 di Piazza Duomo a Milano. Dopo che alla degustazione di ieri ha riscosso un discreto successo, proviamo ad assaggiarlo; il colore è ambrato.

N: i 27 anni in botte hanno fatto la loro parte nell’ingentilire il lato affumicato, che rimane ma molto delicato e leggero. Senz’acqua, è pungente e si sente – soprattutto all’inizio – un po’ di gomma fusa (come del resto nel Caol Ila Old Masters). Quel che domina però è il lato dolce: zucchero di canna, vaniglia, scorza di limone; uvetta candita, che aumenta poi con acqua. Costanti restano l’anice, nitidamente, e anche qualche punta mentolata.

P: buono, più intenso di quanto il naso suggerisse; l’affumicato praticamente non c’è, resta un malto decisamente succoso, rotondo, elegante, che comunque porta la sua età con grande freschezza. Crema al limone; ci sono note fruttate (che si esaltano poi con acqua), sulla frutta matura (pesca gialla?) e a sorpresa anche sui frutti tropicali (lychee?). Marmellata d’arancia, miele. Una cannella lieve, a tratti. Molto buono.

F: legnoso e dolce, delicato e maltato. Abbastanza persistente; uva bianca e liquirizia in legnetti. Lievi sentori di torba e un senso di legno bruciato, anche se ancora domina una dolcezza intensa e cremosa. Di nuovo anice.

La prima osservazione è che i 27 anni di invecchiamento hanno conferito delicatezza ed eleganza ad un whisky che comunque sembra più giovane, tanto è fresco e tanto si fa bere facilmente, già a 50%. C’è davvero grande armonia tra alcuni spigoli isolani, soprattutto al naso, e il modo vellutato con cui emerge la dolcezza in bocca. Il nostro giudizio, che tiene conto anche del prezzo, assai contenuto per un malto di questa età, è di 87/100. Complimenti per la selezione a Giuseppe e Andrea (che potete vedere qui a fianco, visibilmente soddisfatto per la ‘creatura’)!

Sottofondo musicale consigliato: Lana Del Rey You can be the boss, da un album che, beh, per adesso non c’è.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=IE3qtEZdUNU?rel=0&w=610&h=25]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Caol Ila 27 yo (1983/2011, Milano Whisky Festival, cask #4821, 50%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com