TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Ardbeg(55)

Ardmore(17)

Ardnamurchan(2)

Arran(24)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(15)

Balmenach(1)

Balvenie(21)

Banff(2)

Ben Nevis(18)

Benriach(17)

Benrinnes(18)

Benromach(16)

Bladnoch(6)

Blair Athol(14)

Bowmore(52)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(31)

Bunnahabhain(38)

Caol Ila(71)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clynelish(58)

Cragganmore(4)

Craigellachie(6)

Daftmill(5)

Dailuaine(11)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(13)

Glen Elgin(9)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(18)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(26)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(22)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(13)

Glenrothes(17)

Glentauchers(9)

Glenturret(9)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(7)

Highland Park(38)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(30)

Kilkerran(11)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(29)

Laphroaig(51)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(18)

Littlemill(12)

Loch Lomond(7)

Longmorn(22)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(28)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(10)

Octomore(9)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(17)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(42)

St. Magdalene(5)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(23)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(13)

Tomintoul(12)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(3)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (66)

Cardhu 16 yo ‘Special release 2022’ (2022, OB, 58%)

Non è stata facile, la missione è stata piena di insidie, i Viet Cong erano ovunque, abbiamo rischiato grosso. Eppure ce l’abbiamo fatta, la serie delle 8 Diageo Special Releases 2022 è stata assaggiata e recensita. Ci avviciniamo oggi alla chiusura con un Cardhu 16 anni affinato in barili che avevano contenuto rum giamaicano distillato in pot still. Non è la prima volta che la distilleria dello Speyside più amata di Spagna finisce nelle SR, ma è la prima volta che viene affinato in botti ex rum. Ok, beviamolo e poi possiamo rimettere i nostri fegati in formalina in attesa di nuove avventure. Ma prima vi dobbiamo le note, ovvio. Ah, l’animale guida è una specie di pavone-fagiano multicolor che sembra uscito da un trip da mescalina e peyote e il colore è quello dei vini bianchi.

N: si apre pungente, l’alcol due schiaffi te li dà volentieri, e poi tocca agli esteri della fermentazione: del whisky o del rum, quien sabe? Ad ogni modo, è un naso vibrante, che procede a scatti e pizzica piacevolmente. Ricorda immediatamente la ginger beer, poi succede una cosa curiosa: procede spedito e sicuro su due binari paralleli, la dolcezza e un’intrigante sapidità. Da una parte note di caramella fondente alla banana, cocco essiccato, agrumi canditi e distillato di mela; dall’altra gocce di salamoia, cetrioli sottaceto agrodolci. Originale il giusto, gradevole a tutto tondo.

P: anche qui l’attacco è pungente, molto vegetale. L’alcol sembra più equilibrato rispetto al naso. Ma è proprio l’intero palato a essere bilanciato e rotondo. La frutta (mela, pesca, pera, forse un po’ di banana) non è molto tropicale, più una macedonia sciroppata. L’unica nota funky è una sensazione acetica di salsa agrodolce al ristorante cinese. Vaniglia, pepe rosa e una dolcezza da Mandarinetto Isolabella.

F: medio corto, dolce, geleé all’arancia, noce moscata e zenzero.

Cardhu non alberga esattamente al centro dei nostri cuoricini, e a dirla tutta manco i finish in rum giamaicano. Eppure… Eppure è buono, con una frutta croccante e una divertente spalla sapida, acidina. Non c’è nulla di seduto e fiacco, in questo whisky che sembra avere l’argento vivo addosso, e anche una bella dose di spezie. Certo, non siamo di fronte a un capolavoro dell’arte distillatoria che rimarrà negli annali, ma è un bell’esperimento riuscito in pieno: 86/100.

Sottofondo musicale consigliato: Articolo 31- Tranqui funky

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress