TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Botti da Orbi: Tipi da spiaggia – pt.2

Tamnavulin sherry cask (2019, OB, 40%)
alias “Il ragazzino iperattivo che si strafoga di merendine”

Impiastricciato e discolo, si capisce fin dal primo momento. Profuma di sciroppo per la tosse ai lamponi che la madre gli ha cacciato in gola prima di portarlo in spiaggia. Ma profuma anche della sua merenda da campioni: noccioline, gelato alla vaniglia e succo tropicale. E poi uno dice che i bimbi di oggi vengono su col diabete…
Non sta fermo e si agita, ma per fortuna non urla: paletta e secchiello, biglie e castello. Così al palato sembra la pubblicità progresso dei dentisti: marzapane, cioccolato al latte, caramello e scorzette d’arancia. E un poco di legno sherried, che non si mangia, è vero, ma verrà da quel manico di retino con cui sta cercando di cavare un occhio al vicino di sdraio. Finale tutto pepe e dolcezza, per un entry level giovincello ma simpatico, che per qualche minuto è anche piacevole. Poi però signora se lo riporti via eh… 82/100.

Glenfiddich 23 yo Grand Cru (2019, OB, 43%)
alias “Il cumenda in camicia di lino sullo yacht”

“Uè, figa, ma cos’è sta barbonata?”. Il Giangi arriva in mocassino e si coglie subito che dietro ai Persol guizza lo sguardo indagatore del rabdomante di benessere. A un 23enne che ha fatto un master (pardon un finish) in Champagne casks tutte le porte sono spalancate, non solo quelle della Capannina. Quando passa, tutti si girano. Un po’ per il Submariner al polso, un po’ per quel profumo delizioso. Che non sarà Acqua di Giò, ma una composizione di mandarino e pesca, floreale ed eterea, pasticcini di frutta e un che di lievito, come chi ha appena sciabolato un Krug e qualche goccia gli è caduta sul pareo.
Nemmeno il tempo di stendersi sulla sdraio a bordo piscina (il mare è da giargiana e il sale rovina la pelle), che si attacca al telefono. “Sai, in azienda stiamo fatturando a palla. Aspetta che ti racconto…”. E giù a enumerare ricavi, conquiste e sentori del palato: pane fragrante, brioche all’albicocca, pesca bianca, una cera divina, un che di aranciato. Che savoir faire, che eleganza. Quel tocco di zenzero e legno, unito a un’acidità quasi da sidro, gli dona molto di più di quel taglio di capelli da babbeo metrosexual. Non si ferma molto, che una simil-velina lo sta già invitando per l’apericena. Lascia dietro di sé una scia di mance, pane tostato e miele non dolce. E tu lo guardi e pensi: me lo aspettavo più insopportabile questo arricchito, invece dai, per essere il Giangi alla fine è più che sobrio, e in fondo la camicia di lino bianca è proprio elegante. Detto questo, vai un po’ in palestra e metti su qualche muscolo e dei gradi, che con un abv così debole rischi di slogarti un polso al primo flute che alzi. 88/100.

Port Ellen 32 yo (1983/2015, Elite selection, 54%)
alias “Venere che esce dalle acque”

Ursula Andress in 007 licenza di uccidere. Pamela Anderson sulla torretta di avvistamento. Sabrina Salerno in piscina nel video di Boys. Anna Falchi sul bagnasciuga del calendario. La vedi e subito le sinapsi attivano memorie osé. Ogni spiaggia ha la sua divinità, la più bella di tutte. Che stia stesa al sole o che si tuffi agile, centinaia di occhi sono su di lei. E lei, bionda, rinomata, lo sa. Ha sulla pelle un che di oleoso, una patina di frutta cerosa cangiante. Nei capelli resta l’acqua di mare, ti immagini di cenare con lei a ostriche e limone davanti a un falò. Il fumo la circonda, come un fascino minerale. Torniamo tutti a quelle cotte estive di ere geologiche fa, quando si fantasticava sul sapore che avrebbe avuto un bacio della più-bella-della-spiaggia: di sicuro un gusto pieno, rotondo e dolce, come di caramello salato e creme brulee. Ma sotto guizza un che di molto poco angelicato, tizzoni ardenti e una gradazione hot ma consapevole, che spalancano pensieri peccaminosi e saporiti. Burro, pandoro, di nuovo il sale sul corpo che asciuga al sole…
Basta fantasticare, che l’adolescenza e le sue turbe sono passate da un po’. Ora che siamo cresciuti, davanti all’assoluta perfezione di un corpo setoso e cremoso che si immerge nella marinità più schietta, possiamo solo rimanere a bocca aperta. Finché la fidanzata gelosa non ci dà uno scappellotto. 93/100.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!