TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Bruichladdich 10 yo (2005/2015, Milano Whisky Festival, 55,2%)

Il Milano Whisky Festival, si sa, è un’istituzione nel mondo del whisky in Italia: Andrea e Giuseppe sono stati i primi a darci informazioni sul single malt quando eravamo (più) giovani (di quanto non siamo adesso, e comunque adesso siamo ancora giovani, ok?); ci hanno riempito i primi samples, quando in Italia nessuno li usava; ci hanno regalato una quantità inestimabile di aneddoti sul whisky e sui suoi appassionati, sulla Scozia, sulla Milano che non c’è più, su certe indimenticabili bottiglie di Ardbeg 12 in sherry consumate ai bordi del Naviglio… L’importanza del Milano Whisky Festival, e non solo per noi, è difficile da misurare o da rendere in parole, anche per noi amanti di un’aggettivazione sopra le righe. Assaggiamo ora i due whisky che Andrea e Giuseppe hanno selezionato per la decima edizione del MWF: entrambi Bruichladdich, il primo è questo single cask ex-bourbon di 10 anni, imbottigliato a grado pieno.

N: un pasticcino di naso, nel vero senso della parola… Domina sovrana infatti la botte, con note di crema pasticciera, di pastafrolla, di frutta gialla (banana): e pensare a un pasticcino alla frutta è d’obbligo. Tanta vaniglia quindi (pandoro!), e tanto cocco. Completano un profilo sì giovane e relativamente semplice il limone e un bel malto ruspante, bello fresco ma non ingenuo (pane e un velo di canditi).

P: ripartiamo dall’ultima cosa, muovendoci in un contesto in cui l’alcol comunque non sta nascosto. Il distillato qui è più evidente, con note di pane, limone, susina gialla e soprattutto spiccate note ‘vegetali’ di cereale, di malto. Per far esplodere la dolcezza serve la giunta di un po’ d’acqua, che apre un cocco clamoroso e la vaniglia, e sviluppa anche note di frutta secca veramente persuasive, con mandorle sugli scudi. Con acqua è molto buono ed equilibrato.

F: limone, malto e frutta secca; ancora una vaniglia delicata.

A buon intenditor, poche parole: si tratta di un Bruichladdich facile ma non per questo poco convincente. Più ‘maltoso’ del previsto, regge l’acqua molto bene ed anzi pare richiederla per lasciarsi assaporare appieno; bravi Andrea e Giuseppe, ancora una volta avete scelto un ottimo malto, oltretutto andando controcorrente e scegliendo un whisky di Islay non torbato… 85/100, a venerdì per la recensione dell’imbottigliamento ‘gemello’ in sherry.

Sottofondo musicale consigliato: Jazz Lag – Sassolino nella scarpa. Guardatevi il video, ascoltatevi tutte le loro canzoni e leggetevi il cappello introduttivo…
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=1HLBrp5w0KQ]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Bruichladdich 10 yo (2005/2015, Milano Whisky Festival, 55,2%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!