TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Kilkerran ‘work in progress 6’ sherry (2014, OB, 46%)

Ripensando ai malti bevuti negli ultimi mesi, senz’altro una grande sorpresa è per noi stata Kilkerran, whisky distillato presso la Glengyle Distillery, Cambeltown, dai ragazzi di Springbank: siamo ancora nella fase “work in progress”, e tempo fa avevamo recensito la sesta release, nella versione invecchiata in bourbon. Oggi è tempo di assaggiare la sorella, ovvero quella a maturazione ex-sherry: vediamo se la folgorazione sarà la medesima.

klkob.non9N: siamo nelle austere terre di Campeltown, quindi non aspettiamoci mani di vernice sherried… Ma dello sherry c’è traccia, eccome: abbinato al minerale hallmark di distilleria, c’è un effetto ‘sulphury’ (tipo di fiammifero sfregato, ma che non si accende…) che non a tutti piacerà; poi, sempre sul lato austero, c’è salamoia, poi olive, qualche punta di solvente; arance rosse quasi andate. Questo in primo piano: poi, ai lati e con il tempo, emerge un che di frutta cotta, ma fredda (prugne, mele) – niente di caldo e accogliente, comunque. Dattero? Anche un po’ di fumo acre e pungente vien fuori dopo un po’. Molto coraggioso e personale, senz’altro, aromi forti che probabilmente spaccheranno il pubblico. Un filo di grasso di pancetta?

P: tutto sommato coerente, solo il dolce pare prendersi più spazio: ed è una dolcezza sherried, tra amarene sciroppate, prugne secche, marmellata d’arancia e arance maturissime… Poi, comunque, botte (con o aperta, attenzione) di salamoia, di torba acre, vegetale, pepata (proprio pepe nero); acqua di mare; perfino cappero. Note maltose; chips di mele. Ancora, è un profilo complessivamente naked ma dotato di una dolcezza solforosa difficile da descrivere.

F: persistente, dopo una prima illusione di dolcezza (arancia) ecco che torba, sale, spezie prendono il sopravvento; ancora qualcosa di sulfureo; anche cera, qui e là.

Buono, senz’altro, e come già per la versione ex-bourbon non si può dire che abbiano puntato sulla ruffianeria… Anzi: abbiamo a che fare con un profilo molto sharp, sulfureo, minerale, torbato (ma non affumicato) che non concede nulla a facili ammiccamenti commerciali; dovendo scegliere, propenderemmo per il bourbon, ma comunque anche questo si guadagna il suo giusto 86/100.

Sottofondo musicale consigliato: CCCP – Aghia Sophia.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=1bLOef7m4-k?rel=0]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Kilkerran ‘work in progress 6’ sherry (2014, OB, 46%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com