Masterclass - La Bevuta Degli Dei - Milano Whisky Festival - SOLD OUT

TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(4)

Ardbeg(41)

Ardmore(10)

Ardnamurchan(1)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(5)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(11)

Benriach(11)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(34)

Braeval(1)

Brora(11)

Bruichladdich(24)

Bunnahabhain(22)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(8)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(14)

Glen Keith(10)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Ord(1)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(9)

Glenburgie(6)

Glencadam(8)

GlenDronach(22)

Glendullan(2)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(11)

Glenglassaugh(4)

Glengoyne(13)

Glenlivet(12)

Glenlossie(5)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(29)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(43)

Ledaig(17)

Linkwood(10)

Littlemill(10)

Loch Lomond(3)

Longmorn(13)

Longrow(9)

Macallan(36)

Macduff(10)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(17)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(11)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(4)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(33)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(17)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(4)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (40)

Hanyu 22 yo (1986/2008, Part des Anges, 58,4%)

anche a cartman piace il giappone
anche a cartman piace il giappone

Il penultimo whisky che ci ha presentato Salvatore Mannino la scorsa settimana era un Hanyu di 22 anni, un single cask (#2812) imbottigliato da Part des Anges, importatore e imbottigliatore francese, nella serie ‘Closed Distilleries’. Quest’ultima nota, se siete dei ragazzi svegli, vi farà capire che Hanyu è una distilleria che non c’è più: la storia dettagliata la potete leggere sul sito che è la vera bibbia del whisky giapponese, ovvero Nonjatta; per ora vi basti sapere che Hanyu ha una “nipotina” (Chichibu, di cui assaggeremo ben due espressioni nei prossimi giorni)… Ma su questo torneremo. La bottiglia è molto bella, e l’etichetta – per quanti si dilettano in tali amenità – è in carta di riso.

3N: Salvatore Mannino ce l’ha presentato come un malto in continua evoluzione, e in effetti è così: alterna profonde note di confettura d’albicocche e miele a escursioni nella terra da fiori, passa da suggestioni di spezie (noce moscata, ci pare) a liquirizia e vaniglia, poi si sposta su zone ancora ‘minerali’ (e ci viene in mente, chissà perché, la matita temperata…, ma anche suggestioni di funghi) e poi torna su note liquorose (Salvatore parlava di Cynar, e in effetti…), poi si trovano anche punte di zucchero di canna, di frutti rossi… Molto particolare; a dispetto della gradazione si fa annusare serenamente (l’acqua ‘ammoscia’ il tutto, senza mutare troppo), e presenta spigoli per lo più gradevoli ma che – a tratti – feriscono un po’.

P: quella sensazione minerale resta ben nitida, e a tratti forse pare predominante (ok, non mangiamo le matite, però le avrete ‘masticate’, una volta nella vita, dietro ai banchi di scuola, no? ecco…), con note ‘terrose’ e leggermente metalliche (soprattutto verso il finale, dobbiamo dire); dietro però c’è una buona dolcezza, con note ancora di albicocche disidratate e forse fichi freschi? Oppure forse uvetta? Ci pare di riconoscere una lieve affumicatura… Chissà. Con acqua, a contraddire chi si aspettava una bella apertura, si intensificano ulteriormente le suggestioni di terra.

F: non molto lungo né intenso, dobbiamo dire, e quasi tutto su quelle note metalliche di cui sopra. Punte di un’astratta dolcezza fruttata.

Senza dubbio è un whisky molto particolare, lo ripetiamo: non è un whisky semplice, a un naso davvero molto buono segue un’evoluzione forse un po’ negativa – a nostro gusto -, con quella componente minerale e terrosa che prende un po’ troppo il sopravvento. Detto ciò, interessante e davvero divertente; Serge lo stronca, noi saremo più indulgenti e gli daremo lo stesso voto che al Nikka, perché quello era semplice ma molto buono, questo è complesso ma un po’ troppo spigoloso. 83/100, dunque, e avanti un altro.

Sottofondo musicale consigliato: The lonely shepherd, dalla colonna sonora di Kill Bill.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=aBws-gApi0A?rel=0&w=610&h=458]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Hanyu 22 yo (1986/2008, Part des Anges, 58,4%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ESCLUSIVA DI WHISKYFACILE!

Ricevi tutte le novità di WhiskyFacile direttamente sulla tua mail!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ESCLUSIVA DI WHISKYFACILE!

Ricevi tutte le novità di WhiskyFacile direttamente sulla tua mail!