TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Glenury Royal 37 yo (1973/2011, The Whisky Agency & The Nectar, 43%)

La Glenury Royal è una delle molte distillerie che, nonostante siano state chiuse da anni, continuano a regalare eccitanti soddisfazioni postume agli appassionati: la distilleria, nelle Highlands orientali, dopo essere stata chiusa nel 1983 oggi è demolita e trasformata in un complesso residenziale, ma ha una storia carina (che potete leggere qui, in fondo al post di Serge). Noi ci limitiamo a dirvi che il fondatore è il Capitano Robert Barclay Allardyce, amico della regina e gran corridore – un personaggio simpatico, pare. Oggi assaggiamo una delle pochissime espressioni disponibili, ovvero un 37 anni del 1973, invecchiato in una botte ex-bourbon, imbottigliato da The Whisky Agency e The Nectar (il primo è un eccellente imbottigliatore tedesco, ora distribuito anche in Italia da whiskyantique.com; il secondo è un importatore belga) e presentato al festival di Limburg di quest’anno. Anche nel 2010 è stato imbottigliato un Glenury Royal dello stesso anno, giudicato fantastico (superstuff, nello specifico) da Serge, chissà come sarà questo.

N: uh, ottimo. Molto caldo, dolce, cremoso; immediatamente, frutta molto intensa. Pera caramellata, torrone (beh, miele e mandorle…), forse un po’ d’arancia; lievi note di cera, accompagnate lateralmente da sentori floreali, erbosi, molto buoni. Il naso è in evoluzione, ma resta sempre caratterizzato da una dolcezza molto spiccata, oltretutto impreziosita da ‘spigolosità’ vegetali (fiori, campagna, fieno) che davvero lasciano a bocca aperta.

P: sfruttiamo la bocca aperta per berlo: uhm, diverso da quel che ci aspettavamo… è un po’ debole ma molto acido, erboso (forse tè); il limone spicca sul malto, concedendo spazio a lievissime impuntature di miele. Subito prima del finale, ecco delle note fruttate (tropicali? c’è chi ci trova nitidamente la maracuja, proprio in limine) e perfino un che di mentolato.

F: ottimo. Toffee, vaniglia; panna cotta. Note erbose all’inizio (fieno), una puntina di menta. Molto buono, costituisce una sorta di sintesi di naso e palato.

È un whisky strano, incoerente, a suo modo: chi si sarebbe aspettato un palato così aspro? A tratti ricorda il profilo di damerino  del Cragganmore 21 che abbiamo recensito qualche tempo fa, anche se con un’eleganza e un savoir faire (eh?) molto più raffinati, data l’età più matura. Jim Murray pensa che questo sia un malto ormai alla fine del suo regno, e trova l’influenza del legno fin troppo marcata: noi siamo d’accordo solo in parte, ma di sicuro ci sarebbe piaciuto assaggiare lo stesso whisky un paio d’anni fa. La nostra valutazione è di 88/100: un punto in meno per quel palato così inatteso. Qui potete leggere quel che ne pensa Ruben di whiskynotes.be.

Sottofondo musicale consigliato: Tito & TarantulaAfter Dark, dalla colonna sonora di Dal tramonto all’alba.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=cG0qv9s0VNo?rel=0&w=610&h=25]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Glenury Royal 37 yo (1973/2011, The Whisky Agency & The Nectar, 43%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!