TASTING NOTES

Aberfeldy(6)

Aberlour(14)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(3)

Allt-a-Bhainne(1)

AnCnoc(6)

Annandale(1)

Ardbeg(59)

Ardmore(18)

Ardnamurchan(4)

Arran(25)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(8)

Aultmore(7)

Balblair(16)

Balmenach(1)

Balvenie(23)

Banff(2)

Ben Nevis(22)

Benriach(18)

Benrinnes(22)

Benromach(17)

Bladnoch(7)

Blair Athol(15)

Bowmore(56)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(36)

Bunnahabhain(42)

Caol Ila(72)

Caperdonich(4)

Cardhu(6)

Clydeside(1)

Clynelish(61)

Cragganmore(4)

Craigellachie(7)

Daftmill(7)

Dailuaine(13)

Dallas Dhu(4)

Dalmore(10)

Dalwhinnie(9)

Deanston(5)

Dufftown(5)

Edradour(4)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(15)

Glen Elgin(10)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(22)

Glen Keith(14)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(4)

Glen Scotia(9)

Glen Spey(4)

Glenallachie(20)

Glenburgie(8)

Glencadam(8)

Glencraig(1)

GlenDronach(27)

Glendullan(5)

Glenesk(2)

Glenfarclas(23)

Glenfiddich(17)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(14)

Glenkinchie(2)

Glenlivet(19)

Glenlochy(1)

Glenlossie(12)

Glenmorangie(17)

Glenrothes(19)

Glentauchers(11)

Glenturret(10)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(8)

Highland Park(44)

Imperial(7)

Inchgower(5)

Isle of Harris(1)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(32)

Kilkerran(13)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(30)

Lagg(3)

Laphroaig(54)

Ledaig(22)

Lindores(1)

Linkwood(19)

Littlemill(13)

Loch Lomond(8)

Lochlea(2)

Lochside(1)

Longmorn(23)

Longrow(12)

Macallan(42)

Macduff(12)

Mannochmore(5)

Millburn(1)

Miltonduff(10)

Mortlach(29)

Nc’Nean(1)

North Port-Brechin(1)

Oban(11)

Octomore(10)

Old Pulteney(6)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(24)

Raasay(2)

Rosebank(20)

Roseisle(1)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(10)

Speyburn(2)

Speyside(11)

Springbank(51)

St. Magdalene(5)

Strathisla(4)

Strathmill(5)

Talisker(27)

Tamdhu(7)

Tamnavulin(3)

Teaninich(7)

Tobermory(12)

Tomatin(17)

Tomintoul(13)

Torahbaig(1)

Tormore(6)

Tullibardine(4)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (69)

‘Tobias & the angel’ (2019, Compass box, 47.6%)

Quante volte avete sentito declamare che “il single malt è cultura”, salvo poi ritrovare poche ore dopo gli stessi filosofi che ve lo avevano detto sbiascicare persi nel loro etilismo? Ci sta, è il bello della bevanda rinvigorente che ci siamo scelti come nostro veleno preferito: un minuto prima fai discorsi da Nobel e un minuto dopo nitrisci e canti i canti di Natale. A luglio.
Comunque, questo whisky di oggi invece è lo Zenit dell’hashtag #ilsinglemaltècultura. Si tratta di un imbottigliamento speciale per i vent’anni di attività di Compass Box, che dal 2000 ha riportato l’arte del blending ai suoi passati splendori, con creazioni sempre tecnicamente ben fatte e straordinarie dal punto di vista della grafica, del marketing, del packaging e di un sacco di altre cose che finiscono per -ing, ad eccezione del pissing che è pratica che oggi non tratteremo qui.
In etichetta è stato scelto di riportare il dipinto “Tobia e l’angelo” di Andrea Verrocchio (1470-1475), un capolavoro simbolista che restituisca “il simbolismo e il carattere etereo del whisky”. E dunque cosa ci sarà in questa bottiglia, liquidi corporei di cherubini e profeti dell’Antico Testamento? Non esattamente. In realtà ci sono Clynelish di 24 anni e Caol Ila “considerevolmente più vecchio”. Ci aspettiamo dunque un blended malt di assoluto livello e dall’innata natura costiera. Invecchia in refill bourbon hogshead e l’outturn è di 2634 bottiglie. Si beva, alla faccia del Rinascimento. Il colore è oro carico.

N: più che un dipinto rinascimentale, ci fa venire in mente certi simbolisti inglesi: intrigante, morbido, sensuale. Il primo naso è delizioso, con molto fudge, olio essenziale di arancia (clamoroso), olio di lino. Fine, delicato. La parte fruttata c’è e riesce ad essere tesa ed elegante insieme: banana bread con parecchia vaniglia, composta di ananas nettissima, pesche noci, mele gialle, cedro candito. Un signore in giallo, per citare Jessica Fletcher. C’è poi una patina deliziosa di cera d’api, che si intreccia con un pandoro tiepido, all’incenso. Aromatico da paura, in crescendo: miele di acacia, patchouli, pino. Ancora erbe affumicate (cassia, erica, cenere lontana). E un ricordo di propoli e scogli. Magico.

P: anche al palato attacca suadente, forse un filo troppo dolce la prima sensazione. Subito cera, miele e olio di mandorla. Se non fosse che non abbiamo mai dato un morso a un incunabolo, diremmo carta di biblioteca affumicata da una candela. Poi esplode una bella energia di alcol (mai esagerato) e spezia del legno (zenzero, piccante). In terza battuta ecco farsi strada la fuliggine, ingentilita da una bellissima teoria elegante di tantissimo mango, olio d’oliva e un guizzo di sale. Qualcosa di grasso di prosciutto dolce, caramello salato e frutta balsamica. Fruit Joy all’arancia, cenere e goduria.

F: frutta “old style”, ovvero cerosa e delicata. Sale, torba elegante e mobili incerati. Che buono…

Mettiamo subito in chiaro che per noi è un 93/100. Ci ha fatto impazzire, è una delle cose più sorprendenti che ci siano capitate sotto le voraci narici. Ha tutto quel che ci piace nel whisky, il mare, la complessità, la frutta evoluta, la delicatezza, la tensione, l’eleganza. Il voto è alto, altissimo, ma ne vale la pena.

Sottofondo musicale consigliato: Massive Attack – Angels

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

Questo errore è visibile solamente agli amministratori WordPress

Errore: Nessun feed trovato.

Vai alla pagina delle impostazioni del feed di Instagram per creare un feed.

FACEBOOK

English Translation in progress