TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Ben Nevis 7 yo (2013/2020, Wilson & Morgan, 46%)

ben-nevis-wilson-morgan-2013

C’è il Wilson amico del dottor House, il Wilson delle racchette da tennis, il Wilson 28esimo presidente degli Usa e il Wilson libero della Lazio campione d’Italia del ’74. Ma a noi – se citate il settimo cognome più diffuso del Regno Unito – viene in mente solo una cosa: Wilson & Morgan, etichetta indipendente di lunga e luminosa tradizione dietro alla quale c’è quel geniaccio ultraveneto di Fabio Rossi. La sua storia non stiamo a ripetervela, perché ogni anno davanti alla loro gamma di imbottigliamenti siamo sempre colti dall’imbarazzo della scelta di cosa recensire, tante sono le chicche intriganti che propongono. Ora, i nostri psicologi ci hanno consigliato di non auto-castrarci e di godere della vita senza limitazioni, per cui li prendiamo in parola e quest’anno non facciamo prigionieri. Uno di noi ha recentemente partecipato a una degustazione online armato di taccuino e si è sacrificato per stendere certosinamente le note di tutti e cinque i malti. Dunque siete pronti a una raffica di W&M in tre atti? Partiamo con un Ben Nevis di 7 anni che ha subito un finish di un anno in second fill Oloroso sherry cask, l’entry level del range 2020. E già ci sembra di sentire lo spirito del Ben Nevis replicare: “Entry level lo dici a tua sorella…”.

ben-nevis-wilson-morgan-2013

N: metallico come solo Ben Nevis sa essere, e sulle prime un po’ alcolico al naso. Aria ruspante, non nasconde la gioventù, con canditi e lieviti in partenza. Dopo un po’ emerge una sontuosa nota di albicocca e frutta secca (nocciola del Piemonte: sì, proprio del Piemonte, qualcosa in contrario?). Pian piano si delinea l’immagine di un panettone: canditi, pasta dolce e burrosa e uvetta fresca. Scorza d’arancia (che Luca Chichizola ci ricorda essere il marchio tipico di Ben Nevis) sempre sugli scudi, che abbinata alla nota metallica ci fa venire in mente… un’arancia meccanica! Un naso ruffianello, come nota Marina Del Puppo.

P: ben caldo e quasi contundente all’inizio. Give him time. Se gli si lascia un momento di riflessione, ci premia donandoci una certa coerenza con il naso: ancora uvetta, arancia essiccata, succo di pesca e albicocca. Si fa largo una dimensione più legnosa, tra spezie dolci e una nota un po’ astringente sul finale. Con un goccio d’acqua emerge una dolcezza rotonda di biscotto alle mele, la parte più greve e astringente si addomestica e diventa bevibilissimo.

F: leggero ma non breve, ancora arancia e quel tocco di legno.

Ben Nevis, che recentemente sta risalendo ad ampie falcate la classifica delle nostre distillerie feticcio, è sempre interessante e mai banale e anche in questo caso si conferma esattamente così. Certo, è un bambino. E quindi non gli si può chiedere finezza e profondità. Viene da chiedersi cosa sarebbe potuto diventare con qualche anno di invecchiamento in più sulle (robuste) spalle. Ma bando ai se e ai ma: ci godiamo un malto estremamente pronto per la sua età, intenso e di carattere. E – pregio assai importante per noi ragazzi di oggi figli del precariato – anche ad un prezzo goloso: 84/100. In vendita online, tra gli altri siti, su Whiskyitaly.

Sottofondo musicale consigliato: dalla colonna sonora di “Arancia Meccanica”, Ludwig Van Beethoven – Sinfonia n. 9. Ma nella versione dei Sepultura…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com