TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Arran Smuggler’s Series vol.1 ‘The Illicit Stills’ (2015, OB, 56,4%)

Nell’autunno 2015 Arran ha lanciato Smuggler’s, una serie limitata a tema distillazione illegale, con bottiglie eclettiche e confezioni ambiziose: un falso libro, decorato come un grafico millennial probabilmente si immagina un libro dell’Ottocento, nasconde al suo interno una bottiglia, ta-dà! Pochi giorni fa è uscito in Italia il terzo capitolo, che a quel che ci risulta è già esaurito; noi siamo rimasti indietro, e affrontiamo oggi la prima versione, ‘The Illicit Still’s. Non è data conoscere l’età, ma c’è dell’Arran torbato (a diversi gradi di torbatura, a dirla tutta), c’è dell’Arran invecchiato in Porto, insomma: c’è una ricetta complessa, c’è un concept forte a livello di marketing, vediamo se il teatro regge alla prova del bicchiere.

arran-malt-smugglers-edition-2015-copyN: sia come sia la ricetta, al naso questo alambicco illegale regala note molto fresche di un distillato giovane, con una venatura torbata che proprio non le manda a dire. E quindi notiamo tanto burro fresco, tanto cereale (diremmo: porridge), anche canditi; forse addirittura latte. Tanto, tantissimo limone. Zucchero a velo. Al contempo emerge una nota ‘dolce’ un po’ più calda, diremmo di marmellata, forse confettura d’agrumi? E poi, la torba: un leggero affumicato che ricorda molto, anche se da lontano, la scamorza – affumicata, ovviamente.

P: il primo impatto è tutto sul limone, sembra di addentare un limone leggermente affumicato e con dello zucchero a velo sopra. Agghiacciante? Non come sembra, a dir la verità. Note ancora burrose, o di panna cotta; una piccola vetta fumosa, quasi pirica, risultante dall’abbinamento tra una torba bella vivace e l’eco della dolcezza da Porto. Per il resto, un senso di vaniglia astratto, e tanta gioventù.

F: lungo e persistente, limonoso e fumoso; e poi, ancora panna cotta. Pane.

Il primo capitolo della serie ha una grande potenza agrumata, che esplode in tutta la sua virulenza al palato; e si sente che la torba è tosta, non è un semplice dettaglio verbale, ma vera sostanza. E pure, al di là del mero, sterile elenco di descrittori e al di là di una bevuta piacevole, il profilo complessivo resta un filo esile, senza profondità se vogliamo, e per quel che ci riguarda non rende giustizia a una distilleria che ha dimostrato di avere uno stile preciso e di nostro gusto. Detto ciò, siccome non sapremmo dire se a leggere queste parole si comprende fino in fondo l’emozione che pervade i nostri cuori, diamo i numeri: 82/100. Ciao.

Sottofondo musicale consigliato: Kiasmos – Looped.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Arran Smuggler’s Series vol.1 ‘The Illicit Stills’ (2015, OB, 56,4%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com