TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Ileach (2013, 40%)

Come sapete, è molto difficile trovare Lagavulin indipendenti: questo perché la distilleria concede pochissime botti all’esterno, conscia della forza del proprio blasone; e quelle che concede non possono essere imbottigliate a marchio ‘Lagavulin’. Tra oggi e lunedì, però, noi proveremo a confrontare due ‘quasi-Lagavulin’, ovvero due imbottigliamenti senza distilleria dichiarata ma che – rumors dicono – dovrebbero essere proprio della distilleria più elegante di Islay. Iniziamo con un Ileach, un NAS indipendente che si trova, volendolo cercare, tutto sommato a poco prezzo (intorno ai 20 euri).

MALTS_ILE1N: sarà che è a 40%, sarà che la bottiglia è aperta da un po’… ma è sicuramente molto aperto e annusabile. Pare avere una doppia anima: c’è innanzitutto un aspetto ruffiano, dolcione (con massiccio caramello; candy alla liquirizia; zucchero bruciato, frutta cotta mista), ma anche note quasi ‘off’, di arancia macerata, di umidità, di formaggio… Torbato, d’una torba minerale (lana bagnata) e marina (acqua di mare). Ha anche qualche nota medicinale, tipo dentista, e qualche puntina mentolata.

P: il corpo è deboluccio e l’effetto è di tre componenti (dolce, marino, fumigato) slegate, presenti ma non integrate: tra le tre pare stagliarsi con più costanza la dolcezza, ancora caramellata e agrumata; e però sfocia nell’opposto, in un legno eccessivo, di troppa liquirizia (che a intuito pare essere risultante dall’effetto di qualche botte ex-sherry). Una nota d’inchiostro, crescente. Ancora molto torbato, acre e morbido.

F: parte sulla forte dolcezza, che però improvvisamente fugge di fronte a una torba gommosa, acre (gomma bruciata); un senso di amaro ancora da inchiostro.

Potrebbe essere Lagavulin, sì; ciò non toglie che questo imbottigliamento abbia dei difetti, soprattutto tra palato e finale. Si tratta di una torba ruffianona, di un Islay ‘da introduzione’, che più facilmente sedurrà chi si avvicina al whisky e meno chi ci sguazza da più tempo: c’è tutto quel che dovrebbe, ma resta slegato, le anime lottano tra loro senza dare l’impressione d’armonia. Comunque, dato il prezzo, a nostro gusto è senz’altro meglio di altre cose in commercio più o meno alla stessa cifra (leggi: Laphroaig 10). 78/100 è il numero.

Sottofondo musicale consigliato: Antonello Venditti – Il compleanno di Cristina.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Z-B1CEHYYEg?rel=0]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Ileach (2013, 40%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!