TASTING NOTES

Aberfeldy(4)

Aberlour(10)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(1)

AnCnoc(3)

Ardbeg(39)

Ardmore(7)

Arran(21)

Auchentoshan(8)

Auchroisk(4)

Aultmore(4)

Balblair(13)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(10)

Benriach(11)

Benrinnes(10)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(10)

Bowmore(33)

Braeval(1)

Brora(10)

Bruichladdich(23)

Bunnahabhain(20)

Caol Ila(54)

Caperdonich(3)

Cardhu(3)

Clynelish(43)

Cragganmore(2)

Craigellachie(5)

Daftmill(2)

Dailuaine(6)

Dallas Dhu(2)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(4)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(6)

Glen Elgin(5)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(13)

Glen Keith(8)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(6)

Glen Scotia(7)

Glen Spey(2)

Glenallachie(6)

Glenburgie(5)

Glencadam(6)

GlenDronach(21)

Glendullan(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(10)

Glenglassaugh(2)

Glengoyne(13)

Glenlivet(11)

Glenlossie(3)

Glenmorangie(9)

Glenrothes(14)

Glentauchers(4)

Glenturret(5)

Glenugie(1)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(5)

Highland Park(28)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(7)

Kilchoman(25)

Kilkerran(9)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(23)

Laphroaig(42)

Ledaig(12)

Linkwood(8)

Littlemill(10)

Loch Lomond(1)

Longmorn(11)

Longrow(9)

Macallan(35)

Macduff(7)

Mannochmore(2)

Millburn(1)

Miltonduff(7)

Mortlach(20)

North Port-Brechin(1)

Oban(6)

Octomore(5)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(16)

Port Ellen(17)

Rosebank(11)

Royal Brackla(7)

Royal Lochnagar(2)

Scapa(3)

Speyburn(1)

Speyside(6)

Springbank(32)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(2)

Talisker(16)

Tamdhu(5)

Teaninich(4)

Tobermory(11)

Tomatin(9)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (36)

Blended Whisky(62)

Grain Whisky(10)

World Whisky(97)

Japanese Whisky(33)

Italian Whisky(13)

Rum(26)

Springbank 12 yo ‘Green’ (2014, OB, 46%)

Springbank è una distilleria unica, nel panorama scozzese, perché ogni fase della produzione avviene ‘in casa’: noi ne abbiamo amate alcune espressioni del passato, ma -almeno qui sul sito – colpevolmente abbiamo un poco trascurato gli imbottigliamenti più recenti. Poniamo freno a cotanta follia assaggiando una delle release del mese scorso, vale a dire un 12 anni ‘Green’, edizione limitata a 9000 bottiglie. E perché green, chiederà qualcuno? Beh, basta guardare l’etichetta!, dirà l’amico del qualcuno. No, caro mio, non basta: ha anche la peculiarità di esser fatto tutto con orzo biologico. Quindi, come dire: ci piace, e piace anche al pianeta e pure ad Al Gore.

sprob.12yov29N: molto costiero, spigoloso, minerale. In primo piano c’è senz’altro il malto, l’orzo, abbastanza acerbo, vegetale e ‘asprigno’: ricorda certe visite in distilleria, con quelle intense note di malto in fermentazione… Poi c’è il lato minerale e costiero, appunto, con una brezza di mare che ti entra nelle narici. La solita terra bagnata, ma anche lana bagnata e un filo di cera; la torba c’è, ma è molto delicata. Non ci sono solo spigoli, però, e soprattutto dopo qualche minuto si librano alte deliziose note di orzata, sì, ma anche di mandorle fresche e – invece – di più calda pasta di mandorla (a tratti pare quasi cremoso, ma solo quasi). Talvolta par pure di sentire un po’ di fumo… Ma forse è un miraggio. Anche note floreali, di limone fresco; e quel papato, l’abbiamo sognato?

P: molto buono, con un bel corpo ma non di troppa intensità. Attacca su una nota torbata, con anche un pelo di cenere a far da puntello su un trionfo minerale. Colpisce però la vivacità del lato più vegetale, con chiare note di erba fresca, di infusi d’erbe secche; forse ci troviamo anche un po’ di rosmarino! C’è una lieve dolcezza, molto in sottofondo, di mandorle, e di una sorta di limonata appena zuccherata… Forse un qualcosa di burroso, soprattutto dopo un po’; con anche emersioni di toffee. Ancora citronella, ancora un pelo di cera.

F: resta una nota di cenere, subito, insieme ad un insolito composto di susina acerba, mandorla, orzata e cera. Agrumi (limone). Pulito ed elegante.

Molto buono, un trionfo di Springbank nella sua versione ultra-naked. Il malto, com’è giusto in un imbottigliamento che sul malto punta anche a livello commerciale, sta bello in primo piano; delicato e complesso, con incantevoli note di erba limonosa. Forse ha poco grip al palato, e anche per questo staremo su un ottimo 87/100. Consigliato.

Sottofondo musicale consigliato: The souljazz orchestra – Negus Negast.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=s4pLlZaCy8o?rel=0]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Springbank 12 yo ‘Green’ (2014, OB, 46%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERCHé WHISKY FACILE? LA RISPOSTA CE L’HA BUSCAGLIONE…

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!