TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Dallas Dhu 25 yo ‘Millennium’ (1974/1999, OB, 43%)

Quando sentiamo ‘Dallas Dhu’, noi due whiskyfacili non sappiamo impedirci di pensare al massimo appassionato di Dallas Dhu italiano, se non forse mondiale, vale a dire Andrea Giannone, mastermind del Milano Whisky Festival assieme a Giuseppe Gervasio Dolci. Siccome in questi giorni abbiamo seguito su facebook le varie tappe del loro ultimo viaggio in Scozia, abbiamo provato a sentirci idealmente a loro vicini assaggiando l’unico sample di Dallas Dhu presente nel nostro armadietto. Si tratta di un malto del 1974, invecchiato per 25 anni nella botte #2599 e imbottigliato per l’agenzia governativa Historic Scotland nell’imminenza del nuovo millennio… Come dite, dove abbiamo trovato il sample? Beh, che domande, a un evento del Milano Whisky Festival…

21940N: profilo ‘strano’, apparentemente da pieno highlander; c’è infatti cera, molto visibile (ma questa è la sezione ‘naso’ oppure ‘occhi’?); poi ecco ampie zaffate minerali, con note d’olio d’oliva, e torbate, pur senza affumicatura. Un limone molto soft. Col tempo si arrotonda e si apre un profilo aromatico molto ex-bourbon, diciamo più atteso, con punte di pera acerba, di vaniglia, di marzapane. Riso soffiato; panna cotta!, ha un che di ‘latticino’, che con i sentori di malto regala suggestioni di latte e cereali…

P: attacco su una deliziosa, garbatissima nota di fumo di torba e legno bruciato. C’è in fondo coerenza col naso, con le eleganti note vanigliate e cremose riprese e sviluppate, non prima dell’accoppiata miele / cera, di note legnosette… Limonata zuccherata? Non succede moltissimo, ma quel che accade piace.

F: affumicatura ancora bella presente (non è intensa, è piena però: si capisce? no?), nocciolo di limone, limonata zuccherata; un vegetale molto ‘agricolo’, pecoreccio. Scusate, è estate.

Di per sé gli aromi che abbiamo riscontrato non sono delicati, anzi; il complesso, però, probabilmente anche grazie alla bassa gradazione, risulta – lui sì – piuttosto delicato. Si tratta di una delicatezza molto solida, austera, garbata: insomma, non ci si può certo aspettare un’esplosione di aromi e sapori, ma la qualità che emerge sotto al velo di una limitata complessità è da vero campione. Almeno, così l’abbiamo pensata noi… e quindi, 89/100 al primo Dallas Dhu di whiskyfacile.

Sottofondo musicale consigliato: Justin Timberlake feat. Jay ZSuit & Tie.
[spotify id=”spotify:track:6vt0I1cw1YmAIKDJvHVIM5″ width=”610″ height=”80″ /]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Dallas Dhu 25 yo ‘Millennium’ (1974/1999, OB, 43%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com