TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Pulteney 22 yo (1990/2012, Cadenhead’s, 55,2%)

Lo diciamo fin da adesso: scrivere questa recensione è stato molto difficile. Come alcuni di voi sanno, uno di noi lavora di notte (e beh sì, le battute si sprecheranno); di conseguenza, non sempre riusciamo a bere, pardon, degustare insieme come facciamo di solito. In questi casi, rari per la verità, stendiamo le nostre tasting notes ‘autonomamente’ in momenti separati, poi ci confrontiamo e cerchiamo di farne una sintesi coerente; di solito le oscillazioni sono assai scarse, ma in questo caso… I nostri giudizi erano radicalmente opposti! Per intenderci, ballavano una decina di punti, e dipendevano tutti da un’interpretazione del palato totalmente diversa (per quanto le note non lo fossero di molto); insomma, a uno è piaciuto molto, all’altro no… Ci torneremo dopo; per adesso, proviamo a farci largo tra i nostri rovelli e passiamo ai fatti: (Old) Pulteney 22 anni in botte di bourbon, imbottigliato in 204 esemplari da Cadenhead’s nella serie Authentic Collection. Da Monica (Alcoliche Alchimie) lo trovate, ça va sans dire…

foto-19N: uh, l’effetto complessivo è eccezionale: ampie zaffate da maturazione in bourbon first fill (torta, crema alla vaniglia, cioccolato bianco, cocco) sono unite ad un’intensa marinità (brezza di mare, alghe); è ottimo il bilanciamento armonico tra la ‘dolcezza’, anche sfacciata, e l’austerità da vero highlander del nord (che note minerali, di tanto in tanto!). Tanta frutta secca (mandorla a pacchi, nocciola) e un pit di scorza di limone; canditi. Nitide note erbacee (certi infusi… sì, ma quali? pff, siete pignoli). Ottimo.

P: ok, qua è dura; limiteremo i qualificativi (termine tecnico nell’ambito della grammatica italiana). L’attacco è davvero molto mentolato ed erbaceo (ancora, certe tisane balsamiche lasciate lì in infusione; e pure mentolo e basta); ha note frizzantine e piccanti, tipo zenzero candito. Ancora molto minerale (si sentono proprio le rocce) e vegetale, ma dietro c’è una dolcezza molto delicata e discreta, che riprende quanto riscontrato al naso (cioccolato bianco, mandorla, nocciola). Note di scorza di limone, pian piano.

F: lungo e abbastanza persistente, ancora molto minerale e ‘vegetale’, erbaceo (infusi vari). Caramella al limone.

Dunque, il prode Serge dà un giudizio relativamente drastico, dicendo che è “solo per estremi esegeti delle Highlands”… In effetti è un whisky spigoloso e difficile, “unsexy” per usare ancora le parole del baffuto alsaziano: guardando le valutazioni su whiskybase, tutti gli utenti che lo hanno bevuto hanno dato voti molto più alti. Insomma, senza dubbio è un whisky che divide, e soprattutto al palato (questa è la nostra esperienza) ad alcuni piacerà molto, ad altri no. Curiosamente, quello che tra noi si professa più amante di questo stile è quello che l’ha apprezzato meno… Noi facciamo una sintesi brutale delle nostre valutazioni e daremo un 85/100, consapevoli che un compromesso è la cosa più sbagliata da fare. Diciamo che è un votissimo, o un voticchio…

Sottofondo musicale consigliato: Bobby Blue BlandBlind Man, splendida…
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=oVBdcFPn0tY?rel=0]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Pulteney 22 yo (1990/2012, Cadenhead’s, 55,2%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com