TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(2)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(45)

Ardmore(13)

Ardnamurchan(2)

Arran(23)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(7)

Aultmore(7)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(19)

Banff(1)

Ben Nevis(14)

Benriach(17)

Benrinnes(12)

Benromach(15)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(29)

Bunnahabhain(31)

Caol Ila(65)

Caperdonich(4)

Cardhu(5)

Clynelish(46)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(5)

Dailuaine(8)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(4)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(2)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(7)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(13)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(10)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(3)

Glenallachie(18)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(4)

Glenesk(1)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(13)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(15)

Glenlochy(1)

Glenlossie(9)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(16)

Glentauchers(7)

Glenturret(8)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(34)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(9)

Kilchoman(29)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(28)

Laphroaig(48)

Ledaig(20)

Linkwood(16)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(19)

Longrow(10)

Macallan(40)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(9)

Mortlach(24)

North Port-Brechin(1)

Oban(9)

Octomore(8)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(19)

Port Ellen(23)

Raasay(2)

Rosebank(14)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(4)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(11)

Springbank(40)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(20)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(11)

Tomintoul(11)

Torahbaig(1)

Tormore(5)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (63)

Glenfiddich 19 yo ‘Age of discovery’ (2011, OB, 40%)

sembra sfocata ma giuro: nel mio computer non lo è

Neppure un Glenfiddich su questo sito, finora… Colpa grave, perché dire Glenfiddich significa “storia del whisky”; ma non solo storia passata (la distilleria è di Dufftown, la vera capitale del whisky scozzese), anzi, soprattutto storia presente. Il marchio Glenfiddich è uno dei più conosciuti al mondo, e la distilleria è quella che produce di più (dopo la neonata Roseisle, attiva da pochissimo e senza aspirazioni da single malt… ma aspettiamoci una qualche costosissima Special Release tra qualche anno) e che vende di più al mondo: 12 milioni di litri prodotti e il 14% dell’intero mercato dei single malt. Oggi assaggiamo un’espressione recente, ovvero il 19 anni della serie Age of Discovery, dedicata all’epoca delle grandi scoperte geografiche tra Quattro e Cinquecento: il whisky è finito in botti di Madeira della Henriques & Henriques, uno dei maggiori produttori di vino dell’isola.

N: sulle prime, è un naso ‘strano’: non è così fruttato come ci si potrebbe aspettare e non ha una vinosità così pronunciata come il finish in Madeira potrebbe portare. C’è invece tanta frutta secca e tanta frutta disidratata (un vero tripudio di fichi secchi); va comunque detto che la ‘tipica’ pera dei giovani Glenfiddich certo non manca all’appello. Ricorda certa pasticceria magrebina, fatta di miele, frutta secca, mandorle… Non è un naso ‘fresco’, è bello carico ma sempre piacevole. Pian piano le note vinose emergono. Qualche punta di cannella? Complessivamente, che buono!

P: piuttosto semplice, piuttosto breve, piuttosto piacevole: i 40% non lo fanno sembrare affatto ‘annacquato’, ma sicuramente tolgono (tanto) in intensità, arrotondando fin troppo. Dopo un esordio azzeccato a base di brioche, malto, frutta secca e uvetta (con forti note burrose), tutto vanisce un po’ in fretta, andando a sfociare…

F: …in un finale dalla consistenza francamente desolante. Una vaga sensazione vinosa, marsalata (ok, è Madeira, però ci intendiamo, no?), e leggere note di vaniglia.

A un naso molto particolare, davvero promettente e intrigante, corrisponde un palato sostanzialmente piatto e un finale quasi non pervenuto. Ci piace pensare che se fosse stato imbottigliato a gradazione più alta, anche leggermente, tutto sarebbe stato più soddisfacente; peccato, perché l’esperimento pareva proprio riuscito. Il nostro giudizio è di 83/100, Ruben la pensa così e Serge così.

Sottofondo musicale consigliato: una splendida canzone, omaggio al Portogallo e a un quartiere di Lisbona in cui tempo fa abbiamo lasciato tanti ricordi e qualche neurone, MadredeusAlfama.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Glenfiddich 19 yo ‘Age of discovery’ (2011, OB, 40%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com

RUBRICHE

INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

FACEBOOK

English Translation in progress