TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Glengoyne 13 yo English Merchant’s Choice (1997/2010, OB, 54,6%)

A noi la Glengoyne piace tanto: un po’ perché è la prima distilleria che abbiamo visitato (all’inizio di una giornata nella quale abbiamo tra le altre cose occupato l’università di Glasgow, partecipato a un party EBM e rischiato diverse volte di rimetterci le penne per colpa del nostro fascino), un po’ perché i whisky che là si producono non ci hanno mai deluso. Oggi affrontiamo un mostro, che ad alcuni quasi ricorderà l’infame Loch Dhu per il colore, quasi nero; il mostro è stato selezionato da un consesso di rivenditori inglesi dopo 13 anni di invecchiamento in una botte di sherry, evidentemente non molto discreta…

N: sulle prime, non è chiuso, è sigillato. Pian piano, ecco emergere, netto, il legno; superata una prima nota un po’ rancida (tipo uva troppo matura, ed è un eufemismo), ecco aprirsi un mondo di voluttà. Cioccolato, fruttato, anzi: sachertorte. Poi, molti frutti rossi (una macedonia di frutti rossi, con la mora in primo piano); vaniglia, frutta cotta (meglio, prugna e cannella). Con acqua, il profilo non cambia ma si apre molto: al naso esce quasi una nota di lieve affumicatura; tamarindo, marmellata d’arancia, cioccolato alle nocciole.

P: signori, sherry monster in piena regola. Fiammate di sapore, anche se senz’acqua è un po’ alcolico. Legnosissimo. Frutti rossi spettacolari (ma sovrastati dal legno, a tratti… a volte vien voglia di controllare se ci sono dei trucioli nel dram); c’è anche un senso di ‘stantio’, di certi sughi densi per la carne. Al di là di questo, complessivamente è molto dolce: frutta cotta, ancora, frutta secca. L’acqua lo rende ancora più dolce (prugne e zucchero, nocciolato), ma verso il finale tende ad allappare un po’.

F: infinito. Cioccolato fondente ai frutti rossi. Legno speziato, cannella.

A dispetto di tutte le parole che abbiamo speso, non è un whisky particolarmente complesso: è tutta botte, non possiamo dire di aver riconosciuto le “tipiche sfumature della Glengoyne” (ammesso che noi si riesca a distinguerle mai…). Colpisce che in soli 13 anni la botte abbia dato così tanto… Probabilmente, fosse rimasto là dentro più a lungo, non sarebbe arrivato ad essere imbottigliato. Lo consigliamo solo a chi ama lo sherry e sa convivere con note un po’ particolari. Detto ciò, a noi è piaciuto assaje, e gli diamo 86/100. Ruben l’ha assaggiato tempo fa, ed è stato più indulgente (e decisamente ci ha trovato meno legno…).

Sottofondo musicale consigliato: non mettiamo mai metal, ma per questo whisky è d’obbligo. Restiamo sul soft, però, con i MegadethCountdown to extinction.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=hin5ywQ0Rq4&w=610&h=50]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “Glengoyne 13 yo English Merchant’s Choice (1997/2010, OB, 54,6%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com