TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Aultmore 10 yo (2010/2020, Whiskyfacile, 51,2%)

A Space Whisky Odyssey 2011-2021 by WhiskyFacile | Whisky AULTMORE
Indovina il collo d’alambicco

Come bravi studenti del Ginnasio, procediamo con l’analisi di A Space Whisky Odyssey, la nostra personalissima epopea di Scotch selezionati e imbottigliati da noi stessi medesimi. Un’avventura che, come tutte le iniziative in cui mettiamo lo zampone, è un po’ spaziale, un po’ lisergica e con quel guizzo di cazzeggio che da sempre ci accompagna. Dopo avervi cantato il nostro primo imbottigliamento, il Glen Elgin 12 anni dedicato a Circe, è tempo di inforcare il monocolo: vi invitiamo a dare un’occhiata (una sola, per forza di cose) al Chapter II, un Aultmore di 10 anni incentrato su quel ciclopico energumeno di Polifemo. Ci siamo immaginati il nostro whisky nei panni di Ulisse, insidiato dalle richieste e dalle domande degli occhiuti appassionati: com’è, di cosa sa, che profilo ha, qual è il suo nome? Ebbene, questo Aultmore è Nessuno, proprio come risponde Ulisse a Polifemo. Nessuno schema, nessuna catalogazione, ma un’identità tutta sua.
Distillato nel 2010, ha trascorso tre anni in uno sherry butt superscarico, ‘da trasporto’, per poi essere diviso in due differenti barrel. Il nostro è il PX Sherry Barrel #9918001, proveniente dalle gloriose cantine andaluse di Gonzales Byass: qui, nei magazzini di Morrison Distillers, ha passato i restanti 7 anni della sua vita. Fino a quando Fabio Ermoli, che con la sua Lost Dram Selections è l’importatore italiano, non lo ha selezionato. Fabio nel suo ufficio è sovrastato dai campioni e – fra i vari che ci ha proposto – questo ci ha colpito per il carattere unico, cangiante, contrastante. Ragion per cui lo abbiamo riselezionato dal selezionatore e imbottigliato a fine 2020, in una vorticosa matrioska di preferenze. Ah, mettiamo due cose in chiaro: la gradazione è naturale, relativamente più bassa in seguito al recasking, e con 7 anni in PX barrel si tratta di una vera doppia maturazione, Nessuno si azzardi a parlare di finish…

A Space Whisky Odyssey 2011-2021 by WhiskyFacile | Whisky AULTMORE

N: immediatamente aperto, alcol non pervenuto. Parte subito bello sporco, con note leggermente carnose, metalliche (c’è proprio una nota di rame abbastanza chiara), al limite del sulfureo e del ketchup. Le componenti erbacee tipiche di Aultmore qui sono trasfigurate e riconosciamo pomodoro verde, buccia di pomodoro; netto l’alloro. In virtù della sua seconda vita in PX, la dimensione vegetale e zozzarella si arricchisce di note vinose, che galoppano verso gianduia, praline ripiene di ciliegie sotto spirito, cioccolato al latte, nocciola Piemonte IGP (?). Poi tanta uvetta, in ogni forma; un sentore anche di pera abate. Anzi: torta pere e cioccolato!, immagine che racchiude anche la quota di pastafrolla che dopo un po’ vien fuori. Inaspettato, sarà divisivo ma certo è un profilo unico. Buccia di mandarino secca.

P: talmente bevibile che sembra a grado ridotto – ma non lo è! Parte pizzicando un po’, con un che di umami, sale e pepe, come primo impatto. Poi ci si muove sui territori della liquirizia, con una ciucciata di toscanello non ancora acceso; i tannini si fanno sentire, con un bel po’ di legno e di nuovo liquirizia in stecchette. Il cioccolato diventa gianduia, e a tratti è totalizzante. Tantissima uvetta, tantissimo agrume (è proprio arancia rossa dolce molto matura) e frutti rossi sotto spirito. Sa proprio di Pedro Ximenez… Verso il finale la vinosità si fa un pelo astringente, coi tannini che tendono a esplodere, pulendo e asciugando.

F: piuttosto lungo e grasso, con cacao in polvere, uvetta, liquirizia; ancora tannini del legno a testimoniare una vegetalità (?) che non demorde.

Ve lo abbiamo già detto: un barile con questo profilo così divisivo e curioso e con questa storia così tormentata degna degli orfani dei romanzi di Dickens non poteva sfuggirci. Umami e dolce, vinoso e vegetale, astringente e cioccolatoso, probabilmente non piacerà a tutti – ma a noi piaceva imbottigliare qualcosa di inusuale, diverso dal classico finish moderno in PX, tutto smarmellato di legno e frutta rossa posticcia. Questo è un whisky decisamente poco estivo, molto autunnale e sfidante: sappiamo già che sarà divisivo, ma chi ci legge sa che a noi questi freak piacciono molto. Qui il link per acquistarlo, se vi pungesse vaghezza di farlo.

Sottofondo musicale consigliato: Moderat – A New Error.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com