TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

The Whistler ‘PX I love you’ (2020, OB, 46%)

Qualche tempo fa, grazie all’importatore italiano Cuzziol, nelle nostre umili dimore sono arrivati dei simpatici samples di The Whistler, il marchio di Irish whiskey che già abbiamo avuto modo di presentare. Torneremo più compiutamente sulla sua storia, ma in pieno delirio di San Patrizio perdonateci se non abbiamo voglia di lavorare troppo e se pensiamo solo a bere. Ci avete perdonato? Grazie, bel gesto di umanità da parte vostra. Noi ricambiamo condividendo con voi le note di questo single malt, dal nome rivedibile e dalla ricetta che qui andiamo testè a riportare: botti ex bourbon e finish di 9 mesi in barili di Pedro Ximenez. Triple distilled, il colore è ambrato chiaro.

N: c’è subito un po’ di Irlanda, inequivocabile: una bella aromaticità e un carattere inequivocabilmente fragrante. Dolce ma delicato, con mela Pink Lady croccante presente a gerle, pesca e pasticcini alla frutta gialla. Si capisce che è un whiskey giovane, ma ha avuto tempo di sviluppare toni fruttati e canditi ben distinti. C’è anche qualcosa di fiori d’arancio. Col tempo si arricchisce di sentori burrosi e quel tocco di rame che tanto ci piace negli Irish.

P: ingresso molto facile che non nasconde la gioventù, ma bisogna dire che cambia subito e in meglio. Si stagliano distinte note vinose, importanti ma mai eccessive; poi una sensazione di cioccolato, avvolgente ma mai troppo dolce. Quel che colpisce è appunto questo equilibrio in cui il finish in PX non esonda mai verso lo stucchevole. Frutta rossa classica, tra la fragola e l’amarena. Spezie che se ben ci ricordiamo non avevamo mai trovato negli altri Whistler. Discretamente potente.

F: cioccolato masticabile, un filo di arancia sanguinella, molto ricco e soddisfacente.

Non sarà uno dei whiskey irlandesi più ortodossi e complessi della storia ultra secolare della Repubblica d’Irlanda, ma va detto che è tecnicamente ben fatto. La tripla distillazione regala un naso molto fine ed equilibrato a dispetto del finish in PX, di solito piuttosto marcante. Il palato è molto avvolgente e il malto giovane non fallisce la prova della piacevolezza, come dice uno di noi che evidentemente non ha ancora risolto quella sua dipendenza dalle sostanze lisergiche. La cosa che più apprezziamo in questo whiskey è la sua capacità di stare comodamente adagiato nella piacevole terra di mezzo fra dolcezza e vinosità: 83/100.

Sottofondo musicale consigliato: Massive Attack – Girl I love you

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

One thought on “The Whistler ‘PX I love you’ (2020, OB, 46%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com