TASTING NOTES

Aberfeldy(5)

Aberlour(12)

Abhainn Dearg(1)

Ailsa Bay(2)

AnCnoc(6)

Ardbeg(41)

Ardmore(12)

Ardnamurchan(2)

Arran(22)

Auchentoshan(9)

Auchroisk(5)

Aultmore(6)

Balblair(14)

Balmenach(1)

Balvenie(17)

Banff(1)

Ben Nevis(12)

Benriach(17)

Benrinnes(11)

Benromach(12)

Bladnoch(6)

Blair Athol(11)

Bowmore(35)

Braeval(2)

Brora(11)

Bruichladdich(26)

Bunnahabhain(29)

Caol Ila(62)

Caperdonich(4)

Cardhu(4)

Clynelish(45)

Cragganmore(4)

Craigellachie(5)

Daftmill(3)

Dailuaine(7)

Dallas Dhu(3)

Dalmore(9)

Dalwhinnie(9)

Deanston(3)

Dufftown(5)

Edradour(3)

Fettercairn(1)

Glasgow(1)

Glen Albyn(1)

Glen Garioch(7)

Glen Elgin(6)

Glen Flagler(1)

Glen Grant(16)

Glen Keith(12)

Glen Mhor(3)

Glen Moray(9)

Glen Ord(2)

Glen Scotia(8)

Glen Spey(2)

Glenallachie(16)

Glenburgie(7)

Glencadam(8)

GlenDronach(24)

Glendullan(3)

Glenfarclas(20)

Glenfiddich(12)

Glenglassaugh(5)

Glengoyne(13)

Glenlivet(13)

Glenlossie(8)

Glenmorangie(10)

Glenrothes(15)

Glentauchers(5)

Glenturret(5)

Glenugie(2)

Glenury Royal(1)

Hazelburn(6)

Highland Park(32)

Imperial(5)

Inchgower(3)

Isle of Jura(8)

Kilchoman(26)

Kilkerran(10)

Kininvie(1)

Knockando(1)

Lagavulin(25)

Laphroaig(44)

Ledaig(20)

Linkwood(12)

Littlemill(11)

Loch Lomond(6)

Longmorn(18)

Longrow(10)

Macallan(39)

Macduff(12)

Mannochmore(3)

Millburn(1)

Miltonduff(8)

Mortlach(23)

North Port-Brechin(1)

Oban(7)

Octomore(7)

Old Pulteney(5)

Pittyvaich(4)

Port Charlotte(18)

Port Ellen(18)

Raasay(1)

Rosebank(13)

Royal Brackla(8)

Royal Lochnagar(3)

Scapa(5)

Speyburn(1)

Speyside(7)

Springbank(34)

St. Magdalene(4)

Strathisla(3)

Strathmill(3)

Talisker(18)

Tamdhu(5)

Tamnavulin(1)

Teaninich(5)

Tobermory(12)

Tomatin(10)

Tomintoul(11)

Tormore(4)

Tullibardine(2)

Wolfburn(2)

Undisclosed Distillery (52)

Aberlour A’bunadh (2010, batch #31, 60,5%)

L’Aberlour è una distilleria dello Speyside generalmente piuttosto rinomata: in particolar modo, celebre è l’Aberlour A’bunadh, ovvero una versione cask strenght di un malto invecchiato per tempo imprecisato in botti di sherry Oloroso. Il nome A’bunadh significa “origine”, ed è un tributo al tempo in cui gli abitanti del villaggio andavano direttamente in distilleria a riempirsi le proprie bottiglie con il whisky distillato: anche la bottiglia, bellissima e con una forma particolare, pare essere modellata sulle vecchie bottiglie da farmacista. Oggi assaggiamo il batch #31, di colore ramato scuro.

batch 31

N: senz’acqua, vista la gradazione, l’alcol è predominante: acetone, forse un po’ di cuoio, qualche spezia, un dolce profondo. Un vero mostro. Con acqua, la spezia si definisce (noce moscata); scorza d’arancia secca / disidratata (quella per infusi); anche la mela che si sente è disidradata? Ciliegia, cioccolato, ancora cuoio ad appesantire (è bello spigoloso). Tabacco da pipa aromatizzato (alla ciliegia…?). A tratti affiora una lieve affumicatura molto buona. Un bel legno pregno di sherry.

P: zuppa inglese, fortissima, che emerge su un tappeto di alcol. Liquoroso, ma ha bisogno d’acqua. Ok, con acqua (ma ce ne vuole tanta) è uno sherry monster fatto e finito: ciliegia, cioccolato all’arancia. L’acidità (< arancia, agrumi) è molto forte, forse troppo, dato che l’auspicata dolcezza resta un po’ sullo sfondo. Pannoso, burroso, a tratti anche piuttosto pepato. Pochissima quercia. Le nostre amate mele rosse.

F: lungo e piuttosto intenso, sui frutti rossi e sul legno, leggero. Arancia candita.

Uno sherry monster vero, l’abbiamo detto: la gradazione è devastante, ma con acqua si apre e diventa più piacevole. Un po’ di delusione sta nel palato: appena in bocca c’è una vampata di dolcezza, ma è un breve sogno che riaffiora al finish, interrotto da quell’acidità fin troppo marcata. E’ buono, per carità, ma a nostro giudizio questo batch manca di una rotondità che l’avrebbe reso una vera bomba: gli diamo comunque 86/100, per rispetto del mostro… Non abbiamo trovato altre recensione dello stesso batch: qui, comunque, trovate una serie di impressioni di Serge e qui, invece, il solito spettacolo di Ralfy (il batch però è il 24).

Sottofondo musicale consigliato: KissI was made for loving you baby, dall’album Dynasty.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=CmELf8DJAVY&w=560&h=315]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

2 thoughts on “Aberlour A’bunadh (2010, batch #31, 60,5%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA  NOSTRA NEWSLETTER!

VUOI SCRIVERCI?

info@whiskyfacile.com